In ASTROLOGIA

Il mondo della triplicità di Aria: 2021-2159. Dalla Terra all’Aria. Riflessioni Astrologiche.

Le congiunzioni tra Marte Saturno e Giove Saturno sono estremamente importanti nel giudicare le cose del mondo. Specialmente gli incontri Giove-Saturno determinano una serie di cambiamenti evidenti. Le cicliche Giove-Saturno legate alla triplicità identificano un periodo storico umano di un certo rilievo, e sanciscono un momento di celebrazione del paradigma sociale e globale, valido per tutto il mondo. Partiamo per esempio dalla Triplicità di Terra ovvero gli incontri Giove-Saturno nei tre segni di terra Toro Vergine Capricorno, ovvero quella recentemente terminata.

Il mondo della Triplicità di Terra poi quella di Aria
Se osserviamo il “mondo” e le dinamiche sociali attraverso il ciclo della triplicità Giove-Saturno, ci accorgiamo con incredibile coincidenza che i Signori della Triplicità decretano in grandi linee le atmosfere a cui il mondo e le sue creature saranno soggette in un determinato lasso di tempo. Ogni “ciclo” all’interno di una triplicità ha un suo valore in sé e per sé, quindi ogni ciclo è ugualmente importante e determinante per un cambiamento.

Il termine MUTAZIONE è la parola più usata nel momento in cui gli incontri Giove-Saturno cambiano triplicità, ovvero nel momento in cui Giove-Saturno cominciano a congiungersi in segni di un elemento diverso. Ibn Ezra e molti altri autori antichi dicono che al cambiamento della triplicità grandi cambiamenti avverranno nel mondo, e ogni cosa muterà. Se il cambio della triplicità è nell’elemento terra, la mutazione riguarderà la natura dell’elemento terra disposta dai suoi Signori. Se il cambio della triplicità è nell’elemento aria, la mutazione riguarderà la natura dell’elemento aria disposta dai suoi Signori. E via dicendo. Cito in particolare queste due triplicità perché sono quelle che ci stanno caratterizzando in questo momento.

Il mondo che abbiamo lasciato è quello della Triplicità di Terra, dove Giove Saturno si sono ciclicamente incontrati in Segni di Terra. Questo ciclo lo facciamo incominciare dal 1802 e terminare nel 2020, anno quest’ultimo in cui Giove Saturno si incontrano in Acquario e definitivamente dando il via (dal 21 dicembre 2020) ad una nuova fase di triplicità, ovvero il mondo che va praticamente dal 2021 al 2159 quello in cui Giove Saturno si incontreranno in segni di aria.

Il mondo della Triplicità di TERRA – il primo ragionamento che possiamo fare è sulla qualità dell’elemento Terra, freddo e secco. Tale elemento rievoca nella filosofia aristotelica caratteri che tendono a irrigidire, conformare, a rendere attaccati o profondamente adesi alla materialità, alla necessità di nutrirsi, anche a discapito degli altri, spinge quindi a valorizzare gli interessi collettivi e individuali ma lo fa con una maniera molto materialistica quindi tendenzialmente razionale/cinica.

Ma dobbiamo ragionare in particolare sui Signori della Triplicità di Terra che sono Venere e Luna, essi sono accompagnati da Marte che partecipa. Quindi la Triplicità di Terra Diurna è governata da Venere + Marte: qui abbiamo i due astri più forti riguardanti il moto passionale, questi astri intendono rappresentare l’elevato grado di umidità (che incontriamo in Venere) e l’eccessiva secchezza e l’eccessivo caldo (che incontriamo in Marte). Questo produce l’esplosione delle pulsione e dei moti pulsionali e passionali, desiderosi di accumulo, di guadagno, di soddisfazione, di conquista, di nutrirsi sino all’eccesso. La Triplicità di Terra Notturna è governata da Luna + Marte: anche qui abbiamo una relazione abbastanza impulsiva e improvvisa, dove il raptus e l’improvvisa reazione di sopravvivenza o di aggressione (dipende dal punto di vista) si esprime con esagerazione. La modalità della triplicità di Terra è quella di produrre, conquistare, affermare, territorializzare, imporre sugli altri, soddisfare e soddisfarsi, speculare e abusare. Tutto ciò possiamo vederlo in una ottica “armonica” ma anche in una ottica “disarmonica.”

IN OTTICA ARMONICA la triplicità di terra nel tempo in cui si è presentata è coincisa con le ultime rivoluzioni industriali, che hanno dato anche il via alla nascita definitiva dei sistemi bancari, finanziari e è andata a consolidare l’economica capitalista. La produzione è passata dall’artigiano alle industrie, perché improvvisamente il mondo è demograficamente cresciuto ma, soprattutto, c’è stato sempre più il bisogno di produrre, consumare, di comprare e di possedere e di accumulare. Questo ha creato diversi boom economici, ha aumentato la ricchezza degli individui ma soprattutto delle industrie e delle lobby industriali, è aumentato il consumo, l’abbondanza delle cose, enorme quantità di beni, enorme quindi il consumo e la richiesta di risorse e materie prime.

IN OTTICA DISARMONICA la triplicità di terra può creare gravi disparità mondiali: dove c’è abuso di risorse e di consumo, ci sarà specularmente luoghi del mondo o popoli che verranno sfruttati o che saranno impediti ad accedere alle stesse risorse. Tuttavia, i signori della triplicità di terra Venere + Marte e Luna + Marte smuovono nel loro significato naturale le passioni dell’animo inclinandole alle azioni corruttive, non ragionate, umorali, passionali appunto. Una reazione passionale è un gesto che qualcuno compie perché mosso da un sentimento di gelosia, possessione, insicurezza, tormento, invidia, rabbia, risentimento, astio, rivalità, competizione, antagonismo, tutti termini che faccio rientrare proprio nelle modalità disarmoniche Venere/Marte e Luna/Marte. Ora il lato oscuro della ciclicità di terra 1802-2020 è la violenza. Solo per citare la storia “recente” questo ciclo è quello della Prima e Seconda Guerra Mondiale, specialmente la Seconda Guerra Mondiale è stata devastante e vicino al punto di “distruzione totale”, guerre che sono state caratterizzate proprio da moti-marziali (Marte è uno dei signori della triplicità di terra, detto compartecipante) che uniti ai significati naturali di Venere+Luna (D/N) ben si relazionano alla tipologia di violenza che abbiamo assistito in queste due grandi guerre mondiali: odio razziale, tormento, rivalità, competizione, ma anche mania di comando e di conquista totale e di possesso totale, insomma tutti caratteri che possiamo legare alla triplicità di terra. Altro aspetto oscuro della triplicità di terra è l’abuso delle risorse, e in un mondo dove la produzione è esagerata, di conseguenza esagerati saranno gli scarti e l’inquinamento, non credo serva continuare.

IL MONDO VERSO CUI STIAMO ANDANDO
Ma veniamo al mondo che sarà. Nel 2020, a dicembre, Giove-Saturno si sono congiunti in modo esatto al grado zero dell’Acquario, questo incontro ha sancito l’inizio definitivo dei futuri incontri di congiunzione Giove Saturno in uno dei tre segni di aria: Gemelli Bilancia Acquario. Intanto prima dell’incontro definitivo avvenuto a dicembre 2020, il cielo negli anni 80 del 900 ci aveva avvisato del prossimo cambio di triplicità con una congiunzione Giove Saturno in Bilancia, che avvisava appunto l’imminente cambiamento in arrivo. Dal 1980 al 2020 abbiamo avuto un quarantennio ancora sottoposto alla triplicità di terra, ma che cominciava anche ad avvisarci del prossimo inevitabile cambiamento della triplicità e quindi del mondo.

Come detto all’inizio il cambio della triplicità porta alla mutazione del mondo relativo all’elemento coinvolto. Ce lo ricorda Ibn Ezra. I cambiamenti saranno compresi strada facendo, ma per ora osserviamo come nel 2020, anno del cambiamento della triplicità da Terra ad Aria di Giove-Saturno, ciò che cambia e muta è proprio l’aria, a causa di una pandemia subdola e che ci pone a livello mondiale degli interrogativi importanti su cosa siamo, sul nostro rapporto con il mondo, con la società, con le leggi e con la natura.

Ibn Ezra ci indica che al cambio della triplicità, grandi cambiamenti incorrono nel mondo, gli autori antichi si riferiscono quindi a cambiamenti che devono necessariamente riguardare tutto il mondo nelle sue dinamiche naturali e sociali. Al cambio delle triplicità, ci ricordano, cambiano i costumi, la politica, i regni, i governi, finisce in un certo senso “un tipo di mondo” per dare vita ad un “nuovo mondo”. Tuttavia, nella logica astrologica i cambiamenti sono ciclici e quindi gli eventi tendono a ripetersi ciclicamente, sotto diverse consapevolezze.
A livello generale, i signori della triplicità di aria sono Saturno e Giove (diurna), nonché Mercurio e Giove (notturna): Saturno e Mercurio, il primo freddo e secco, il secondo mutevole. Compartecipa Giove, astro benefico caldo e umido proliferatore della vita e della sua germinazione.

Ibn Ezra sulla triplicità di aria parla di:
– Della deriva delle navi e del loro affondare negli abissi marini, dando quindi l’immagine di un cambiamento nel commercio e nello scambio commerciale e nel modo di distribuire le risorse che possono subire pecunia o drastica diminuzione.
– Della corruzione dell’aria perché Saturno in particolare è un corruttore e Giove è nel bene o nel male colui che espande o prolifera il bene quanto il male.
– Cambio delle leggi e degli ordinamenti, quindi dei costumi e delle inclinazioni dei pensieri e dell’animo, subbugli e moti di ribellione, per via del coinvolgimento di Mercurio.

Tuttavia, ogni cambiamento porta con sé anche delle meraviglie e delle novità a cui dobbiamo adattarci. Sono specialmente le generazioni presenti che vivono con difficoltà questi cambiamenti, ma le future saranno quelle che si adatteranno al cambiamento traendo da esse i migliori benefici.

Nella lettura del mondo della triplicità di aria possiamo quindi dire:

IN SENSO ARMONICO il cambiamento delle regole, delle legge, dei sistemi politici e degli ordinamenti politici ridisegneranno lo scenario dei diritti e dei doveri individuali e collettivi, riorganizzando i rapporti tra i popoli e le nazioni, sotto la luce anche di nuovi diritti o di inedite leggi che intenderanno presentarci nuove dinamiche sociali ma anche nuovi costumi sociali. L’industria può cambiare sistema di produzione, il modo di produrre cambia in relazione anche alla reale portata e disponibilità delle risorse e delle materie prime, dobbiamo infatti comprendere cosa lasciamo (il mondo della triplicità di terra) per comprendere quali saranno i reali cambiamenti che potranno esprimersi. È quindi più che mai logico ritenere che è il sistema economia mondiale a cambiare, forse cambierà l’economica basata sul capitale e sulla produzione industriale, come anche il tipo di beni prodotti per andare verso una produzione più sofisticata e più rispettosa dell’ambiente. Cambiano i diritti e i doveri, e in senso armonico possiamo sicuramente andare verso la conquista o la conferma di nuovi diritti, nel rispetto anche delle evidenze sociali e degli stili di vita emergenti. La triplicità di aria ci fa distaccare dall’idea del possesso, dell’accumulo, della territorialità, e ci farà essere più idealistici ma in senso armonico anche più cognitivi e razionali difronte le evidenze del mondo. Così già vediamo come gli stati del mondo, per esempio, si preparano a bandire la produzione di macchine diesel e a benzina per, in futuro, concentrarsi sulla sola produzione di macchine totalmente ibride che funzioneranno ad elettricità o con altri sistemi che superano il dominio del petrolio o oro nero. C’è una maggiore sensibilità nei confronti della natura e dell’aria che respiriamo, resa appesantita o corrotta da un abuso dell’industria e della produzione umana che ha distrutto molte risorse naturali e immesso nell’atmosfera e nei vari ecosistemi naturali ingenti quantità di inquinanti a cui dobbiamo porre rimedio attraverso l’ingegno e la tecnologia.

IN SENSO DISARMONICO Ibn Ezra ci ha già fatto una panoramica essenziale delle qualità di questa triplicità. La corruzione dell’aria, quindi un’aria diversa, vettore o veicolo di malattie, come anche un cambiamento nello scambio delle risorse o dei beni materiali, un collasso della industria e della produzione che a causa anche delle risorse fatica a mantenere il suo ritmo normale. In senso disarmonico i signori della triplicità intendono probabilmente indicarci la centralità della tecnologia che può diventare, in casi estremi, -crazia, ovvero tecnologia come nuovo ordine mondiale o come strumento futuro che governerà ogni nostra azione. Questo può sicuramente avere dei risvolti negativi, e modificare pesantemente il modo di comunicare o di socializzare come anche il modo di relazionarci con il mondo intero, tutto diventa virtuale, o informatizzato, o sottoposto al controllo di intelligenze artificiali, eludendo quindi la cognitività umana che è ben diversa da quella artificiale e informatica perché dotata di empatia, emozioni, anima e sensibilità. Un aumento della ideologia globalizzata e del controllo globale, può emergere in questa triplicità ovvero la possibilità che sorgano Organismi Mondiali di Controllo generalizzato, enti o istituti che controllano ogni nostro movimento oppure ogni nostro pensiero o desiderio, attraverso gli strumenti della tecnologia e quindi attraverso l’uso della tecnologia a livello individuale.

In realtà non esistono eventi armonici o disarmonici in assoluto, ogni cosa che emerge all’interno di una nuova triplicità avrà comunque la sua ragion d’essere finalizzata al cambiamento dei sistemi sociali e politici, proprio in virtù della necessità di un cambiamento che a prescindere che tu lo voglia o non, deve compiersi obbligatoriamente, in un modo o in un altro.

In particolare è il ventennio 2020 – 2040 che genererà le più importanti modifiche delle realtà del vecchio mondo (quello della triplicità di terra) e che ci traghetterà definitivamente verso un nuovo mondo (quello che le generazioni future potranno vivere in modo più comprensibile dal 2040 in poi).

Siamo dunque chiamati a tale cambiamento, in cui dobbiamo traghettare noi stessi da una realtà terra a una realtà aria: Saturno reggente della triplicità di aria edifica e promulga nuove leggi e nuovi ordinamenti; Mercurio altro reggente della triplicità di aria spinge al cambiamento delle norme specificatamente commerciali, di scambio commerciale, e modificherà anche le religioni, i culti, le tradizioni religiose o pseudoreligiose; poi Giove, compartecipante, ci indirizzerà verso una crescita espansiva, ed è il signore della triplicità di aria a cui doppiamo rivolgerci con maggiore ottimismo e fiducia perché segnerà una comprensione amplificata della vita, del cosmo, delle regole dell’esistenza, e ci porterà ad un nuovo risorgimento che non è così lontano e che la nostra generazione potrà forse solo percepire appena. Questa fase durerà fino al 2159, quando poi gli incontri Giove-Saturno apriranno una nuova triplicità, quella di Acqua e che sarà ragionata e discussa, in relazione alle evidenze che emergeranno in quella in corso, dai futuri astrologi di quel tempo lontano.

DAL PUNTO DI VISTA ASTROLOGICO le tecniche che possiamo utilizzare per lo studio del cambio di triplicità si riferiscono alla congiunzione partile che determina il ciclo ufficialmente, e alla sua relativa sizigia precedente, possiamo utilizzare anche la carta draconica nell’evento di congiunzione partile Giove-Saturno per lo studio delle cose mondiali. Questi eventi dovranno poi essere relazionati alle eclissi solari, ai ritmi stagionali (ingressi stagionali) e alle relative sizigie, nello studio particolare e ritmico.

By Francesco Faraoni

/ 5
Grazie per aver votato!