Parti di Fortuna o Sorti
Cosa sono le Sorti e come approcciarsi ad esse


Tolomeo riconobbe una sola sorte, quella di fortuna, ma altri introdussero un numero eccessivo di metodi per calcolare le sorti nelle natività, .

Albiruni – Introduzione all’Arte dell’Astrologia

Intanto non abbiamo fonti che certifichino l’origine esatta del termine Parti Arabe. Il termine “parte” è particolarmente usato in età rinascimentale, per via della loro funzione andrebbe preferito il concetto di “sorte”. Tuttavia nemmeno “sorte” risulterebbe propriamente giusto. Notiamo infatti che nei manoscritti di Albumasar le sorti vengono identificate con due termini arabi: ovvero sahm che è plurale di siham parola che significa FRECCIA. Queste frecce erano estratte con una serie di formule in un procedimento che era identificato con il termine maysir concetto a cui ci si riferisce al gioco d’azzardo o a tutte quelle procedure fataliste. È concepita quindi come arte cleromantica, ovvero una forma di divinazione o di lettura delle sorti future dove attraverso una serie di formule si evince un destino. Questo in particolare per quanto riguarda le Parti Arabe in astrologia visto che l’arte cleromantica può essere anche eseguita lanciando due dadi e da quel lancio profetizzare un esito!

Tralasciando l’origine del concetto parti o sorti, mi soffermerei sulla definizione di SAHM e del plurale SIHAM che rimanda all’immagine di una freccia. La freccia è un oggetto vettoriale, che scagliata va a colpire un punto preciso dove l’osservatore guarda e mira. Le Sorti sono formule astrologiche dove diversi punti di una immagine celeste vengono sommati / sottratti, secondo calcoli basati sulla longitudine zodiacale. La formula è generalmente composta da un punto astronomico (generalmente la cuspide di una casa celeste) e due punti legati alla posizione di certi astri o fenomeni astrali, in alcune formule troviamo l’Ascendente che viene sommato alla sottrazione di due pianeti; in altre invece ci sono fenomeni astronomici evocati, come per esempio l’Ascendente che viene sommato alla sottrazione della sizigia prenatale (luna piena o novilunio precedente la nascita) con un altro punto.

Questa forma di arte è a tutti gli effetti divinatoria e cleromantica, non si basa quindi su osservazioni strettamente astronomiche, ma intende elaborare i punti per esempio di una natività e da essi trarre dei gradi specifici della longitudine zodiacale che forniranno una indicazione relativa alla sorte, al destino di un individuo. Le Parti arabe o sorti sono veramente tante, perché le possibilità di formule sono infinite e dipendono anche dall’autore di riferimento e dal tempo storico. Teoricamente possiamo produrre infinite formule per stabilire certi destini, ma queste devono rispettare dei criteri astrologici. In genere la Formula tende ad essere costruita sui significatori della questione che si vuole profetizzare. Se devo per esempio indicare la sorte in una natività relativa all’amore, la formula dovrà comprendere Venere perché ad essa appartiene tutto ciò che è sorte in amore e nelle amicizie. È necessario conoscere l’astrologia, e come funziona, solo in questo modo l’Astrologo potrà produrre formule appropriate di sorte. Oggi, in questi tempi moderni, molti astrologi contemporanei hanno per esempio proposto nuove formule di Parti arabe o sorti, basate anche sui tre generazionali Urano, Nettuno e Plutone.

Intanto stabiliamo alcune regole sulle Sorti, evocando Albumasar. Egli ci dice che ogni destino, ogni fato, ogni sorte umana, è rintracciata in un pianeta tra i sette noti che in qualche modo avranno un significato preminente sull’argomento che si vuole profetizzare. Così Albumasar ci dice che:

  • alla LUNA appartengono le sorti della fortuna dell’uomo, da intendersi come buona sorte per la vita in generale, per lo spirito vegetativo, per la capacità di adattamento e di esistenza;
  • al SOLE appartiene la parte dell’assenza e della religione, ovvero a tutto ciò che riguarda anima, pensiero, religione, cose nascoste, segrete, e tutto ciò che è assente, il motivo è rintracciabile da un fatto astronomico, la luce del sole è a volte così eccessiva da rendere invisibili le cose che in essa vengono imprigionate;
  • a VENERE appartengono tutte le sorti relative all’amore e all’amicizia;
  • a MERCURIO tutte quelle che riguardano la povertà, la scarsità, l’indigenza, ma anche l’espediente, ovvero possiamo ricavare da Mercurio anche tutto ciò che può aiutare a risolvere (alla meno peggio) certe difficoltà, o a superare certe cose imbarazzanti per mezzo di uno stratagemma o di una scappatoia;
  • a MARTE appartengono tutte le sorti relative al coraggio e all’audacia:
  • a GIOVE quelle che appartengono al successo, al soccorso, al trionfo;
  • a Saturno tutte le sorti relative a condizioni di prigionia, di oppressione, di estrema difficoltà.

Tuttavia queste indicazioni sono solo orientative e generali, perché le formule delle sorti sono poi elaborate anche con altri punti di una natività. Hanno un ruolo fondamentale anche le cuspidi delle case celesti, che rivelano o possono indicarci altri destini. Vediamole brevemente secondo le indicazioni di Albumasar:

  • la cuspide della casa uno ovvero dell’Ascendente rivela la vita, il sostegno, la logica, l’intelligenza;
  • la cuspide del secondo luogo il prestito, la ricchezza, il ritrovamento;
  • terzo luogo fratelli, morte dei fratelli, prossimi parenti;
  • quarto luogo genitori, morte dei genitori, nonni, condizione originaria, beni immobili, lavorazione della terra, la fine delle cose;
  • quinto luogo figli, nascita dei figli, figli maschi e femmine, sesso del feto;
  • sesto luogo malattia, difetti fisici, infermità, servi, cattività;
  • settimo luogo, matrimonio, tradimenti, inganni, rapporti sessuali, dissolutezza, firnificazione, controversie, oppositori;
  • ottavo luogo morte, pianeta che uccide, il periodo della morte o dell’indigenza, o delle difficoltà, delle situazioni gravose, dell’angustia e angoscia;
  • nono luogo viaggio, prudenza, intelletto, profondità di pensiero, conoscenza, mitezza, racconti, conoscenza delle notizie, delle frottole, della gente, notizia vera o falsa;
  • decimo luogo nobiltà, re, autorità, amministratori, ministri, potenza, appoggio, vittoria, elevazione, notorietà, eserciti, guardie, lavori manuali, commerci, traffici e compravendita, transazione, emancipazione;
  • undicesimo luogo onore, affettuosità, notorietà, successo, aspirazione, speranza, amici, costrizione, fertilità, abbondanza, liberalità, encomi e riconoscimenti;
  • la dodicesima casa nemici, infelicità.

Quanto indicato sono delle sfumature, perché le formule dovranno essere elaborate nella complessità della conoscenza astrologica. Per esempio quando indichiamo una formula legata agli argomenti dell’Amore e della Relazione amorosa possiamo evocare Venere e la Settima Casa, ma potremmo vedere la settima casa nel grado della sua cuspide oppure nel suo governatore, associandolo per esempio all’ascendente: Ascendente + Signore della Settima – Venere. Quindi la sorte è una formula costruita dall’Astrologo che viene utilizzata nella natività, ma anche in altre carte astrologiche come in quelle orarie e in quelle elettive, ma anche per le sorti del regno.

Per lo studio del regno, per esempio, sono usate le immagini dell’ingresso del Sole in Ariete, in cui vengono viste le sorti del re e del regno per comprendere come sarà il periodo del nuovo ciclo solare per una nazione. Esistono Sorti che evidenziano anche il destino del clima, del tempo, del raccolto, legate più ai noviluni e/o pleniluni.

Esistono veramente tante Sorti, vi elencherò quelle indicate da Albumasar e Albiruni, quelle che possono anche oggi fornirci delle indicazioni. Subito dopo, alcune linee guida vi diranno come interpretare e studiare le Parti arabe o sorti, un argomento quello dell’interpretazione molto vasto e articolato, che tuttavia sarà affrontato in particolare da questo sito web attraverso l’analisi delle parti arabe nelle questioni mondane, relative quindi ai noviluni e agli ingressi equinoziali e solstiziali.

PARTE DELLA FORTUNA: di giorno Ascendente + Sole – Luna; di notte Ascendente + Luna – Sole.

PARTE DELL’ASSENZA: di giorno Ascendente + Luna – Sole; di notte Ascendente + Sole – Luna.

PARTE DELL’AMORE E AFFIATAMENTO: di giorno Ascendente + Parte di fortuna – Parte di assenza; di notte Ascendente + Parte di assenza – Parte di fortuna.

PARTE DEL CORAGGIO E AUDACIA: di giorno Ascendente + Marte – Parte di Fortuna; di notte Ascendente + Parte di Fortuna – Marte.

PARTE DEL SUCCESSO: di giorno Ascendente + Parte di assenza – Giove; di notte Ascendente + Giove – Parte di assenza.

PARTE DEL VINCOLO: di giorno Ascendente + Saturno – Parte di fortuna; di notte Ascendente + Parte di fortuna – Saturno.

PARTE DELLA VITA: di giorno Ascendente + Giove – Saturno; di notte Ascendente + Saturno – Giove.

PARTE DELLA MALATTIA: di giorno Ascendente + Saturno – Marte; di notte Ascendente + Marte – Saturno.

PARTE DELLA SPERANZA: di giorno Ascendente + Saturno – Venere; di notte Ascendente + Venere – Saturno.

Queste sono solo alcune delle Sorti usate nelle natività, e riportate da Albumasar. Molte altre sono riportate dallo stesso Albumasar come anche da Albiruni, e che questo portale utilizzerà in alcuni articoli di approfondimento. Tuttavia l’ultima che vorrei segnalare è quella riportata da Albiruni, ovvero la formula MEDIOCIELO + SOLE – GIOVE, non muta di giorno come di notte. Questa formula è indicata da Albiruni come Sorte da inserire nella rivoluzione del mondo, delle congiunzioni, ed opposizioni sole-luna. Ovvero Albiruni ci dice che quando c’è l’ingresso del Sole in Ariete possiamo verificare la sorte del regno, del re, quindi in ottica contemporanea le sorti del potere, del governo, possiamo così inserire questa parte araba utilizzando il Grado del Mediocielo dell’ingresso del Sole in Ariete, sommato alla sottrazione di Sole-Giove sempre dell’ingresso del Sole in Ariete. Stessa sorte può essere introdotta nei vari noviluni e pleniluni che con una certa scadenza mensile descriveranno i mesi di un anno, relativi ad un regno, e quindi ad una nazione, al suo potere, al suo governo.

Per quanto riguarda specialmente i noviluni Albiruni ci dice che possiamo usare alcune sorti per comprendere il clima e le situazioni ambientali in arrivo:

Ascendente + Saturno – Giove per le questioni della terra

Ascendente + Luna – Venere per giudicare circa le piogge

Ascendente + Mercurio – Saturno per giudicare circa il freddo

Ascendente + Sole – Marte per giudicare sugli incendi e sul caldo

Una Parte araba o sorte moderna sugli eventi naturali violenti (come terremoti) ovvero sulla valutazione del rischio di eventi catastrofici come parte araba da inserire in una sizigia per un territorio specifico – e da me ideata – prevede un calcolo su alcuni fenomeni astronomici indicati proprio da alcuni autori antichi, anche di tradizione araba, come potenzialmente portatori di catastrofi naturali, come terremoti di una certa intensità. Tolomeo ma anche Albumasar ci dice che le eclissi di sole / luna sono in certe conformazioni o configurazioni apportatrici di catastrofi naturali, inclusi terremoti specie se configurate a Saturno e a certi orientamenti legati a Mercurio. Così la formula che ho ideato è la seguente: rispetto ad una carta di novilunio, inseriremo come Parte Araba il grado zodiacale che corrisponde ad Ascendente + Grado della eclissi di sole o di luna precedente al novilunio – Parte Araba o Sorte della Tragedia che si ricava da Ascendente + Saturno – Sole. Vediamo un esempio.

Il 28 dicembre 1908 un terribile terremoto sconvolge Messina. La carta novilunica precedente questo evento è quella del 23 dicembre 1908 alle ore 12:49:36, una data particolare perché il novilunio coincide anche con una eclissi di Sole che avviene esattamente il 23 dicembre 1980 alle ore 12:44:36. Cosi possiamo ricavare una Sorte di Evento Naturale: aprendo il grafico del novilunio, quello delle ore 12:49:36 nel luogo di Messina, calcolo tale sorte con la formula Ascendente (23° Ariete 37′) – Eclissi precedente il novilunio (01° Capricorno 16′) + Parte di Tragedia (25° Cancro 57′). Il Grado della Sorte di Terremoto è 28° nel segno della vergine (PF0).

Ovviamente questa Sorte non ci può dire se ci sarà in assoluto un terremoto, o non. Ma certamente se posta in alcune specifiche condizioni, favorisce la possibilità che si esprima un evento naturale violento. Specialmente in questi casi:

  1. quando è in un segno di terra ma anche nel segno del signore della triplicità decretato dal segno ascendente: in questo caso l’Ascendente è in Ariete e suo signore di triplicità diurna è il Sole nel segno del Capricorno, quindi terra. La Parte è in Vergine, quindi è in un segno di terra, che combacia anche con il segno del signore della triplicità diurna visto dal segno sorgente;
  2. devono esserci degli aspetti con i malefici: ovvero la Sorte quando è in aspetto ai malefici, potrebbe favorire il rischio di eventi violenti sul piano naturale, può essere un terremoto quanto anche un evento atmosferico estremo. In questo caso la Sorte è in aspetto a Saturno, per opposizione, ma è anche nei confini di Saturno, valorizzando molto quindi la dialettica che ha con Saturno del novilunio;
  3. dobbiamo poi valutare il segno in cui si trova la parte, il suo governatore è Mercurio. Quando il dispositore è Marte, Saturno o Mercurio ci troviamo in dispositori che in linea generale possono significare eventi violenti e subitanei, al contrario se il dispositore è rappresentato da Sole, Luna, Giove, Venere, risultano essere più benefici;
  4. dobbiamo giudicare il luogo dove si posiziona la sorte; le case incongiunte all’ascendente possono favorire eventi catastrofici, naturali, violenti, dal terremoto a una forte grandinata, o ad un caldo estremo, che distrugge le cose umane o rende difficile le attività umane, qui abbiamo la Sorte di Evento Naturale in casa sei, luogo incongiunto come la casa due, dodici e otto;
  5. ultima valutazione è da farsi sul dispositore della sorte, se il dispositore forma aspetti applicativi ai due malefici, può esserci una indicazione maggiore di eventi naturali violenti in arrivo, come un terremoto; se invece forma aspetti armonici con i benefici tali eventi potrebbero essere scongiurati; se sono presenti entrambi, aspetti armonici/disarmonici ai benefici/malefici possono esserci eventi violenti ma senza causare eccessivi danni alle cose umane. In questo caso il dispositore della Sorte di Evento Naturale è Mercurio, che risulta essere in aspetto applicativo a Saturno, mentre si sta separando da un benefico!

 

A proposito di valutazione delle sorti!

La questione è articolata e non esiste nella letteratura antica un modo specifico nel valutare le parti arabe. Esse sono intanto “posizioni virtuali”, una specie di punti fittizi decretati però da posizioni astronomiche ben precise. La trattazione delle parti arabe, come ricorda anche Albiruni, è tutta nelle mani della conoscenza dell’Astrologo. Più la sua conoscenza è raffinata, maggiore sono le potenzialità di trarre da esse responsi utili e corretti. Una regola generale da tutti gli autori considerata è sicuramente la seguente: il dispositore della Parte Araba o Sorte decreterà gran parte del giudizio. Quindi il segno in cui si trova la Sorte ci indicherà un dispositore (un pianeta che governa quel segno). La posizione di quel pianeta nel grafico, gli aspetti che forma, l’orientazione che ha, il rapporto con il sole, gli aspetti con gli altri astri, potrà indicare all’Astrologo una mantica, ovvero una indicazione di Sorte. Valgono in un certo senso le 25 condizioni di Albumasar: queste possono essere viste per il dispositore della parte araba in esame, possiamo valutare il dispositore anche per dignità accidentale ed essenziale, incluse quindi le contrapposte debilità accidentali ed essenziali, rilievi importanti possono essere tratti anche dalla disposizione della Sorte, dal suo confine e decano, e dagli aspetti che forma. Altra considerazione è valutare la Sorte anche in base alla sua formula, e non meno importante sono le Stelle fisse che sono intorno al dispositore della Sorte, e alla Sorte stessa, nonché eventuali astri che si congiungono alla Sorte, alla natura del segno della Sorte, e via dicendo. Tutte queste variabili sono difficili da sintetizzare in questo documento, ma saranno valorizzate negli articoli di blog quando saranno trattate le sorti all’interno delle natività o delle sizigie, o ingressi del Sole.

Francesco Faraoni
AstrologiaAraba.it

FONTI

  • Introduzione all’Arte dell’Astrologia secondo Albiruni, Mimesis
  • La piccola introduzione secondo Albumasar, Agorà&Co
  • The Great Introduction to Astrology by Albumasar

 

 

Introduzione e origine dell’Astrologia.

Curiosità sui gradi zodiacali e le loro caratteristiche.

Segni zodiacali e le mansioni lunari nell’astrologia araba.

Le condizioni dei Pianeti riportate da Albumasar.

Fondamentali. Il settenario come struttura essenziale.

Il grande capitolo delle Sorti.

Le dodici case celesti nella tradizione araba.

La Tecnica della Rivoluzione del Mondo e sua Sizigia.