Tag

carta natale

In ASTROLOGIA

La Regina è morta. Elisabetta II – Speciale sulla natività di Sua Maestà Elizabeth Alexandra Mary

La natività di Elisabetta II è notturna (Londra 21 Aprile 1926 ore 2:40 RR=AA). Secondo le indicazioni di Guido Bonatti, l’Hyleg non può essere la Luna perché pur occupando un luogo afetico è in un segno maschile; non può essere il Sole perché non occupa un luogo afetico. La sizigia di questa natività è un novilunio, quindi possiamo tenere in considerazione l’Ascendente in Capricorno il cui governatore è Saturno, quest’ultimo in aspetto all’Ascendente. L’Ascendente è Hyleg della natività di Elisabetta II.

PROFILO IN BREVE – la nascita è notturna, la Luna luminare del tempo è angolare e occupa un segno regale, conferendo carisma, eleganza, capacità di comando; i signori della triplicità di fuoco sono Sole e Giove. Il Sole occupa il luogo della regina (la terza casa così è indicato come luogo da alcuni autori della letteratura antica per esempio da Retorio), mentre Giove è in una casa angolare unito a Marte, la congiunzione Giove-Marte quando è in Ascendente conferisce capacità di comando. L’Ascendente è in Capricorno, segno di Saturno e di Marte, Saturno governatore dell’Ascendente è congiunto al medio cielo, dove spicca l’immagine stellata della corona boreale, mentre Marte è in una casa angolare unito a Giove. Forza, determinazione, decisione, capacità di scelte anche difficili, atteggiamento deciso, forse anche cinico o “spietato” se necessario. Il signore dell’ora della natività è Giove, il signore del giorno è Marte, entrambi sono congiunti e significano:gli onori pubblici e l’autorità su molti [Anonimo]; comando e ricchezze, onori, chi nasce è potente [Doroteo]; chi progredisce, chi è stimato nella città, chi ha autorità, chi avrà un destino da capo/leader [Anubione]; celebrità, affari pubblici, reputati degni di onore e di gloria [Valente]; chi governa su grandi città o regioni, specialmente se posti in luoghi convenienti della genitura o nei primi angoli o nel quinto o undicesimo luogo dall’oroscopo [Firmico].

Hyleg è la modalità attraverso cui la vita è “emessa” e come questa procederà. È utilizzato anche per lo studio delle direzioni aneretiche, in teoria tutte quelle direzioni “contrarie” all’Hyleg sono in un certo senso contrarie alla vita. Ma se vogliamo considerare l’Ascendente come significatore dell’espressione della vita, in senso simbolico, esso cade in Capricorno una delle Porte del Sole in cui avviene il Solstizio d’Inverno e per questo definito da autori come Retorio e Macrobio “segno della fatica e della laboriosità”, nonché segno dove le cose mutano velocemente perché i segni tropici sono i segni di inizio di una stagione ed essi rappresentano il cambiamento che percepiamo a livello naturale nelle fasi iniziali delle stagioni.

L’ASCENDENTE DELLA REGINA – Il Capricorno è definito da Enrico Rantzau “ingenia philosophica” e rievoca il carattere melanconico che produce una sensibilità selettiva, una condizione della vita ponderata e molto calcolata, il Capricorno conviene alla circospezione e alla prudenza nell’amministrazione delle cose pubbliche, al vivere con cautela e con timore innato, ma anche ad un certo annullamento del sentimentalismo poiché segno dell’elevazione di Marte, così la vita procede più per senso del dovere e con cinismo, o forte rigore per la legge, per i costumi e le etichette, piuttosto che al lasciarsi andare alle passioni e ai facili sentimentalismi. Osservo che la Regina Elisabetta II si è ritrovata investita del ruolo di monarca all’età di 27 anni, era giovanissima quando il padre è venuto a mancare, e da quel momento ha assolto il ruolo di regina con un forte senso del dovere portando avanti una vita totalmente votata alle sole ragioni della corona.

Il governatore dell’Ascendente è Saturno che si posiziona in un luogo angolare dove acquisisce autorità e forza; ad esso si applica Venere con un trigono nel mondo; Venere è in Pesci nel segno della sua esaltazione, Saturno in Scorpione è nei suoi termini, congiunto al Medio Cielo nonché ad Alphecca stella di Venere e di Mercurio, stella della Corona Boreale che incorona proprio il Medio Cielo della Regina. Il trigono Venere-Saturno è da considerare importante in questa natività, essendo Saturno governatore dell’Ascendente; dice Firmico su questo trigono che quando Saturno-Venere sono in luoghi favorevoli, rendono la vita del nativo caratterizzata da placida temperanza, virtuosa onestà e virtuosa condotta di vita, i nativi sono lontani da ogni impudicizia e infamia, sono limpidi e puri, ma soggetti all’invidia dei loro inferiori. Se ci pensiamo la Regina Elisabetta non è mai stata coinvolta in scandali particolari, anzi la sua condotta è stata sempre vista come quella di una vera regina. Tuttavia non sono mancati scandali nella vita di Elisabetta, causati proprio da quelli che Firmico chiama “inferiori” che possiamo convertire in “vicini, prossimi, in chi è sotto di lei”, in particolare sono note le vicende famigliari che hanno minato il buon nome della corona, portando la regina a dover porre rimedio alle fasi di criticità derivanti dalle diverse notizie di cronaca che nel tempo del suo lungo regno l’hanno costantemente contrassegnata (dalle dicerie sul marito, alle annose questioni di Carlo e Diana, fino alle questioni della sorella Margaret, alle questioni anche recenti che hanno riguardato le dichiarazioni del nipote Harry, fino alle recenti questioni del figlio Andrea).

Interessante la congiunzione della Stella Fissa Alphecca con Saturno che in qualità di governatore dell’Ascendente, può sicuramente aver influito su alcune caratteristiche del profilo umano della Regina: Alphecca è descritta con l’immagine di un uomo incoronato, conferisce onore, dignità, doti artistiche, idealismo, senso estetico, raffinatezza. Venere-Saturno in trigono, con Venere nel segno della sua esaltazione, può sicuramente aver conferito quel rigore estetico che contraddistingue Elisabetta II, è stata da sempre considerata una icona raffinata della moda, di alta classe, sempre impeccabile ed attenta ad ogni particolare, ma mai esagerata, e sempre misurata e attenta allo stile sobrio ma di indiscutibile eleganza.

Tuttavia una questione dobbiamo evidenziarla: Saturno è in questa natività controsetta, quindi risulta essere il Malefico della Natività. Saturno è uno dei significatori naturali del Padre unitamente al Sole. In un tema notturno preferiremo sicuramente Saturno come significatore naturale del Padre, riservando al Sole il ruolo del Padre in un tema diurno. Ecco che Saturno potrebbe rappresentare in questa natività anche la figura paterna: si posiziona in X casa luogo del potere, della reggenza, luogo che in antichità era chiamato “Dei Re”, il padre è stato un Re e qui potrebbe ricalcare proprio una memoria genealogica ereditata, ovvero il “peso del padre” e del suo regno. Saturno è anche retrogrado e si trova nella casa di Marte, questo rende Saturno estremamente impegnativo, gravoso, ma il fatto che sia unito alle Stelle della Corona Boreale, in particolare ad Alphecca, può indicare chiaramente il pesante ruolo “castrante” ereditato dalla figura paterna. Il successore di Re Giorno V (nonno di Elisabetta II) morto a gennaio del 1936 doveva essere Edoardo che tuttavia abdico dopo meno di un anno per sposare una donna di mondo, l’americana Wallis Simpson. Edoardo non aveva figli all’epoca, così suo fratello Alberto (il padre di Elisabetta) salì al trono prendendo il nome di Giorgio VI e in questo momento (all’età di 10 anni) Elisabetta divenne inaspettatamente, per linea di successione, la futura erede al trono.

Hyginus. Poeticon astronomicon. (Venice, 1485)

Che la morte del nonno (avvenuta a gennaio 1936) segna per Elisabetta un importante evento legato al suo futuro e al futuro del Regno e della Corona, è ricalcato anche dalle direzioni primarie che proprio nell’anno della morte del nonno segnano molti eventi interessanti, tra cui quelli relativi al mese di gennaio, proprio nel periodo in cui la morte del nonno porterà una rapida escalation di eventi che vedranno in poco tempo l’ascesa del padre e quindi la nomina di altezza reale in qualità di successore al trono per la piccola Elisabetta.

Chiave Tolemaica

Come vediamo dalle direzioni primarie, proprio a gennaio del 1936 si realizza una direzione Mercurio su Ascendente, quest’ultimo è Hyleg della natività e quindi le direzioni sull’Hyleg assumono sempre un grande importanza, inoltre per direzione la Luna è in quadratura al Sole, le quadrature dei luminari anche nelle direzioni assumono sempre un significato tensivo anche nelle faccende famigliari: la morte del nonno ha sicuramente causato situazioni tensive e un momento di smarrimento all’interno della famiglia di Elisabetta, che anche se aveva solo 10 anni, ne è stata implicitamente coinvolta.

Le direzioni successive (numerose) segnano la parte finale di un anno molto movimentato. Edoardo da poco Re abdica a fine 1936 a favore del padre di Elisabetta, è evidente che le direzioni indicano nella natività di Elisabetta il grande tumulto in corso di quegli anni, dove il padre si è ritrovato investito di importanti ruoli istituzionali, ed Elisabetta (suo malgrado) si è ritrovata a soli 10 anni a dover gestire il titolo di Altezza Reale e successore al trono d’Inghilterra, notiamo come il Sole di direzione va in trigono alla Luna (luminare del tempo) e come si realizza il trigono di direzione di Mercurio a Saturno, proprio a fine anno.

Le direzioni primarie (chiave tolemaica) ci comunicano proprio che nel giorno della morte del padre di Elisabetta, Re d’Inghilterra (6 febbraio 1956) Saturno raggiungeva per direzione la Sizigia della natività di Elisabetta, con un aspetto di opposizione, a indicare la dipartita del padre. Nondimeno, Ermete riportato da Retorio dice che Saturno in X casa di notte “distrugge il patrimonio paterno” oppure “conferisce afflizione nel matrimonio o nei figli e fa i neghittosi (gli oziosi)”. Retorio aggiunge che di notte anche se Saturno è guardato da una benefica stella, non potrà attutire il suo nefasto ruolo. Insomma siamo di fronte a un Saturno austero, impegnativo, che certamente è di difficile interpretazione essendo oggettivamente la vita di Elisabetta II illustre, longeva, ricca  (in apparenza) di soddisfazioni sociali. Non possiamo tuttavia sapere i meccanismi e le situazioni vissute nel suo privato, ma Saturno in X casa, controsetta, ha un peso, e intende rappresentare proprio il peso della corona! Non a caso l’immagine stellata che aleggia sul Medio Cielo di Elisabetta II non ha bisogno di commenti, è la corona boreale: la dottoressa Kate Williams storica della monarchia inglese ha indicato come Elisabetta si sia trovata inaspettatamente futura regina, già all’età di 10 anni, ma nel momento della morte del padre che fu inaspettata (nessuno si immaginava la morte repentina del Re), Elisabetta – racconta la storica – fu colta da ansia, da un forte stato di stress, e secondo i testimoni di quel periodo più volte non si sentì adeguata al ruolo, o comunque si sentì fortemente stressata da un ruolo che le imponeva dovere. Elisabetta sapeva che da quel momento gli occhi di tutto il mondo sarebbero stati fermi su di lei, entrò quindi nella parte adottando uno stile pubblico (nel vestirsi, nel comunicare, nell’apparire in pubblico) fortemente sovra-strutturato da architetture fatte di etichette, apparenze, e di necessità di apparire sempre e comunque forte agli occhi del suo popolo e del mondo, perfetta, ordinata, equilibrata. Questo non può che significare sovrastrutturare sé stessi di una infinità di maschere sociali e imposte dall’etichetta reale, che la regina Elisabetta II ha saputo sostenere con il suo carattere degno di un Ascendente Capricorno: Saturno sul Medio Cielo può evidenziare il peso della corona che su di lei ha avuto sicuramente un impatto granitico?

SIGNORE DELLA GENITURA – Il signore della genitura secondo il metodo di Ibn Ezra risulta essere Venere (+36) e Marte (+33). Vediamo unitamente al signore della genitura, la natura delle inclinazioni dell’animo e della mente, dove trapela una predominanza di Marte unitamente anche a Venere che ottiene una buona rappresentazione.

INCLINAZIONI SENSAZIONI DELL’ANIMO Marte + Venere la Luna è in un segno fisso e concede la stabilità dell’animo, ma anche la sua animosità per via della natura del segno Leone, nel confine di Saturno, la Luna è in aspetto applicativo a Marte e conferisce un animo determinato e audace, intraprendente, ma anche atuoritario. La Luna è nella casa del Sole e significa secondo al-Kayyat molta gioia e felicità, amicizie con i re e con chi ha una grande fama.

INCLINAZIONI SENSAZIONI DELLA MENTE Marte + Venere Mercurio è visibile nella casa di Marte e nel decano di Marte, e nel confine di Giove, conferisce il confine di Giove capacità di comando, unitamente alla casa di Marte, coraggio, autorevolezza della parola ovvero regalità, nelle inclinazioni della mente, vi è astuzia.

Seguendo alcune indicazioni di De Iudiciis Natiuitatum, Abu ‘Ali al-Khayyat: Mercurio come significatore delle facoltà intellettuali e del linguaggio e della parola, quando è in un segno tropico come in questo caso, e se orientale al sole, e se non sottoposto all’azione di stelle malefiche, conferisce mente acuta, ed elevata, bellezza, amore per la conoscenza e la religione. E se Saturno Governa l’Ascendente, quando è forte nella natività e non malvagio, significa l’austerità, la discrezione e la capacità di consiglio.

Segue il computo attraverso cui determino la natura di queste inclinazioni

Marte + Venere rende le persone gaie, morigerate, amanti delle compagnie, viventi nelle delizie, scherzosi, abili, di buona complessioni, amanti della danza, amorosi, amanti delle ricchezze e della quiete, voluttuosi, circospetti, saggi, pudichi, sfarzosi, collerici, inclini alla gelosia. La Luna è in segno fisso e predispone ad un animo retto, costante, rigoroso, poco tollerante. Mercurio è in segno tropico, l’intelligenza e l’espressione della parola come anche l’interazione col mondo è socievole, interessato agli affari civili, ingegno acuto, liberali, opinioni acute.

Il Livello della Luna per le sensazioni della mente inclina a sfumature Saturno + Giove (persone giuste, rispettose verso gli anziani, pieni di buoni sentimenti, magnanimi, noti, favoriti, intelligenti, pazienti). Il Livello della Mente, quindi l’espressione del sé nel mondo, inclina a sfumature Giove + Marte (magnanimi, giusti, volti a grandi mete, riflessivi).

Consideriamo che la Luna si oppone a Marte e a Giove nella longitudine zodiacale, aspetto presente anche nel mondo (aspetto orario). Marte Giove sono congiunti in longitudine e nel mondo. Venere in longitudine e nel mondo è in trigono a Saturno. Vediamo cosa l’Anonimo indica per questi aspetti.

  • La Luna è crescente e opponendosi a Giove inclina a cariche onorifiche e ad una condizione di vita distinta, chi nasce sarà portato al comando, avrà un carattere imperioso e non si ritrarrà davanti a nessuno soprattutto quando la Luna è sopra Giove. COMMENTO: se teniamo in considerazione che la Luna è un importante significatore delle inclinazioni dell’animo, converrete che la descrizione dell’Anonimo è in effetti conciliante con quel carisma regale e autorevole che la Regina Elisabetta II ha sempre comunicato nelle sue attività pubbliche. Interessato la parola “imperioso” che usa l’Anonimo, perché l’opposizione Luna-Giove della Regina si realizza in presenza di una Luna in un segno imperioso, cosi definito per esempio da Vettio Valente, e segno indicato da molti come fiero, orgoglioso, tipico dei re, non a caso nel Leone Stellato trovato Regulus proprio la Stella dei Re. Proprio la Luna si congiunzione a Castor, stella del Gemelli Stellato, immagine armata, umana, dotata di voce, conferisce distinzione, intelletto acuto, successo nella legge, amore per i viaggi, passione per i cavalli, fama e onore, ma è anche una stella apportatrice di eventi di improvvisa disgrazia o di grande afflizione e tormento per l’anima.
  • Inutile nascondere che Luna opposto Marte è l’aspetto più intenso di questa natività. Marte è anche in quadratura a Saturno ma solo nella longitudine zodiacale, tale aspetto non è confermato dagli aspetti orari e possiamo quindi considerarlo come “meno influente” sulla natività. Tuttavia, rimane l’opposizione Luna-Marte che da una parte ha significato sui moti dell’anima ma anche su quelli temperamentali. Alcuni aspetti della vita di Elisabetta ovviamente sono privati e non li conosciamo: non mi sorprenderei che in privato il suo temperamento possa avere sfumature di forte irosità e permalosità, tendente all’imposizione o all’anaffettività, questo aspetto produce anche una certa impopolarità, che è contraddetta dall’amore del suo popolo ma sappiamo come in certe vicende per esempio in quella relativa al caso Diana, le sue scelte sono state considerate feroci e insensibili, e hanno attirato l’odio del suo popolo: proprio nel periodo della morte di Diana, la corona ha subito il più tragico momento di impopolarità di tutto il regno di Elisabetta II. Quell’evento può darci forse una traccia e un orientamento su come leggere questa opposizione: carattere che antepone gli interessi di “stato” o strategici su quelli privati,  e affettivi, l’aspetto è indicato da tutti gli autori in modo veramente catastrofico, dall’impossibilità di sposarsi, all’odio del mondo, alla violenza e alla morte violenta o con una lunga agonia, sofferenze varie, litigiosità, Firmico su questo aspetto non lo intiepidisce nella notte considerandolo feroce anche nelle natività notturne, nonostante Marte sia in setta. Questo aspetto non può essere intiepidito e probabilmente mette in luce un certo temperamento della regina che nelle mura private non è forse così ben visto e apprezzato da tutti, forse le sue scelte da regina, il suo ruolo a volte scomodo, può aver generato nel corso del tempo atteggiamenti e comportamenti che trascendono il ruolo umano di madre, figlia, sorella, amica, nonna, moglie, e calandosi nel ruolo di regina e condottiera del regno, è finita per sacrificare il lato umano ed empatico favorendo le sole ragioni dell’etichetta e della corona. Nondimeno la Luna in settima casa in opposizione a Marte in prima casa, evidenzia anche la possibilità di tradimenti nelle mura domestiche, essere cioè vittime di tradimenti da parte del proprio compagno, o da parte di tutti coloro che sono legati a lei da un vincolo di collaborazione o contrattuale, in tal senso sono note le scappatelle di suo marito, sempre perdonate dalla regina, ma note sono anche le tensioni famigliari e la famiglia in ambito reale è una istituzione con cui la regina stringe accordi e collaborazioni, il tradimento per esempio di Harry suo nipote può in un certo senso inquadrarsi nella natura di una opposizione Luna-Marte poiché il nipote come membro della famiglia reale e sottoposto quindi a giuramenti e collaborazioni in nome della corona, ha disertato questi vincoli di fatto ponendo proprio negli ultimi anni la corona sotto la lente di ingrandimento della stampa scandalistica, con accuse molto pesanti (la più rilevante quella in cui secondo Harry la famiglia reale è razzista). Marte inoltre è governatore della Decima e della Terza casa, e come significatore accidentale nell’opposizione alla Luna può indicare tensioni proprio nella gestione del potere e nella gestione delle vicende legate alla terza casa che sono anche quelle connesse ai fratelli/sorelle; da notare che Retorio indica la Terza Casa come Luogo della Regina: inoltre indica che se la Terza Casa è in Ariete (come in questo caso) e il Governatore (Marte) è in Prima Casa, indica che il nativo è “il primo nato” oppure è “unigenito”; in effetti Elisabetta II è la “prima nata”, sua sorella Margaret è nata 4 anni dopo Elisabetta.

Sicuramente l’aspetto che più di tutti rievoca l’azione di Elisabetta nel mondo, è la congiunzione Giove Marte, dove Giove è emerso nei computi delle inclinazioni dell’animo, Marte in quello della mente, Marte ha significato anche sul Temperamento:

  • Marte Giove uniti significano, secondo l’Anonimo, promozione, onore pubblico, autorità su molti, successo; aggiunge Doroteo che significa stima nel regno, e comando; mentre Anubione sottolinea che il comando, la ricchezza, la stima, l’autorità, saranno in particolare evidenziati quando la congiunzione è in una casa angolare specialmente la casa uno e dieci, oppure nella succedente casa undici o cinque, in questo caso la congiunzione Marte-Giove si presenta nella prima casa, Marte è governatore per almuten dell’Ascendente e governa anche la decima casa, è dispositore di Saturno congiunto al grado del medio cielo, Marte Giove congiunti sono nel confine di Marte e nel segno di Saturno: Anubione indica che se Marte Giove sono nel confine di Marte genera individui illustri, dotati di autorità, genera i re o i comandanti militari, i comandanti delle navi, dell’esercito, dei fanti o della cavalleria, assoggettando le città e riedificandole. Valente aggiunge che questa congiunzione conferisce onore e gloria.
Incoronata il 2 giugno 1953 è uno dei regni più longevi della storia.
Ultimo scatto fotografico pubblicato, ritrae la Regina in attesa di ricevere il nuovo primo ministro, Liz Truss.

Termina con la Regina Elisabetta II il suo lunghissimo regno aprendo scenari per nulla facili da prevedere non solo sulla successione al trono, ma anche sulla stabilità della monarchia che verrà successivamente e che dovrà sostenere la sua sua impegnativa eredità.

1926 – 2022

/ 5
Grazie per aver votato!