Tag

dodecatemoria

In ASTROLOGIA

Nascite di maschi e femmine, da una indicazione di Doroteo

Dal capitolo 8 del Carmen Asrtologicum di Doroteo di Sidone,“Conoscenza delle ore maschili e femminili della natività” leggiamo quanto segue (ho tradotto il passaggio in italiano dalla versione inglese di David Pingree): Apprendi le ore maschili e femminili da come la Luna è posizionata, se è in dodecatemorio maschile, il nativo è maschile. Se il Sole e l’Ascendente e la Luna sono in segni maschili, nascono maschi. Se il Sole è in Ascendente in un segno maschile e l’ora è pari, nascono maschi. Se il Sole è in Ascendente in un segno maschile e l’ora è pari, nascono maschi. Se l’Ascendente è in un segno dotato di due corpi, ed è maschile o vi è un pianeta maschile, e anche se l’ora della natività è pari, nascono maschi. Se trovi un pianeta maschile in ascesa e un altro pianeta maschile nel settimo luogo, e l’ora è pari, nascono maschi. Se la Luna è in un segno mschile e anche il Sole è in un segno maschile e il segno dell’Ascendente è quello che è e il suo signore è Giove, allora nascono allo stesso modo maschi. Contare i dodecatemori in questo modo: in un segno maschile due gradi e mezzo, per i segni femminili due gradi e mezzo.

Commento – in questo capitolo Doroteo indica la natura del sesso del nascituro attraverso l’osservazione di diverse variabili. Conferisce in questa sede importanza sostanzialmente alla natura maschile e femminile dei segni, e alla natura dei dodecatemori ovvero la suddivisione di un segno zodiacale in 12 parti, oltre a dare importanza ai pianeti maschili e femminili. Il dodecatemorio è la suddivisione in 12 parti di un segno zodiacale, che essendo composto da 30 gradi, vede ogni sua porzione rappresentata da uno spazio di 2°30’. In accordo a Manilius, la dodecatemoria di ogni segno parte dalla prima porzione rappresentata dal segno medesimo, e le successive porzioni seguiranno tutti gli altri segni nel loro ordine.

Per esempio la prima dodecatemoria del segno Gemelli, quindi i primi 2°30’ è della natura dei Gemelli, i successivi 2°30’ quindi la seconda dodecatemoria è quella della natura del Cancro, la successiva del Leone, la successiva della Vergine, fino a completamento. Segni maschili sono Ariete Leone Sagittario (fuoco) Gemelli Bilancia Acquario (aria). Segni femminili sono Toro Vergine Capricorno (terra) Cancro Scorpione Pesci (acqua).

Doroteo pare concentrarsi in particolare sull’Ascendente, sulla disposizione della Luna, del Sole, e del governatore dell’Ascendente. Inoltre cita l’ora pari come maschile, quindi l’ora dispari come femminile. Per cui le ore pari II IV VI VIII X XII am/pm sono maschili, mentre le ore dispari quindi I III V VII IX XI am/pm sono femminili. Pare inoltre collegare i “segni dotati di due corpi” a una condizione particolare: ovvero se l’Ascendente è in uno di questi segni ed è maschile o vi è un pianeta maschile, e se l’ora della natività è pari, nascono maschi. La natura doppia dei segni può riferirsi a molte congetture collegate anche alle immagini stellate: per esempio potrebbe riferirsi ai segni biforme Capricorno e Pesci; ai segni bifronte Sagittario; ai segni duplicem naturam habens Vergine, Sagittario, Capricorno, Pesci; ai segni bicorporei Gemelli Vergine Sagittario Pesci; o ai segni dotati di due corpi diversi, chiamati mutili o membrorum amputatum ovvero Ariete, Toro, Leone, Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Pesci. Inoltre valorizza l’ascesa di un pianeta maschile per congetturare la nascita dei maschi, ovvero il sorgere di un pianeta maschile oppure un pianeta maschile posizionato con una certa forza.

PROPOSTA DI METODO – Secondo la mia esperienza, propongo la valutazione del maschile e del femminile attraverso l’osservazione dei dodecatemori relativamente ai punti più evocati da Doroteo: Ascendente, Luna, Sole, Governatore dell’Ascendente, Signore della triplicità dell’Ascendente (diurno o notturno) e compartecipante, usando in questo caso la domificazione placidiana.

Arnold Schwarzenegger, 30 Luglio 1974 04:10 (RR AA) am Graz, Austria

PUNTOCONDIZIONE
ASCENDENTE19°CAN06’ dodecatemorio MASCHILE
SOLE 6°LEO05’ dodecatemorio MASCHILE
LUNA3°CAP31’ dodecatemorio MASCHILE
Governatore ASLUNA 3°CAP31’  dodecatemorio MASCHILE
Pianeti in ascensioneMERCURIO 18°CAN02’ dodecatemorio MASCHILE
Triplicità AscendenteMARTE 20°GEM06’ dodecatemorio MASCHILE
LUNA 3°CAP31’  dodecatemorio MASCHILE
Ora della nascitaIV ora, pari, MASCHILE
RISULTATORICORRENZA PREVALENTE MASCHILE

Maria Antonietta, 02 Novembre 1755 7:30 (rettificato alle 7:45:23) pm Vienna, Austria

PUNTOCONDIZIONE
ASCENDENTE06°CAN18’ dodecatemorio FEMMINILE
SOLE10°SCO03’ dodecatemorio FEMMINILE
LUNA20°GEM49’ dodecatemorio MASCHILE
Governatore AS20°GEM49’ dodecatemorio MASCHILE
Pianeti in ascensioneMARTE 16°CAN28’ dodecatemorio FEMMINILE
Triplicità AscendenteMARTE 16°CAN28’ dodecatemorio FEMMINILE
LUNA 20°GEM49’ dodecatemorio MASCHILE
Ora della nascitaVII  ora, dispari, FEMMINILE
RISULTATORICORRENZA PREVALENTE FEMMINILE

Pare che i segni zodiacali non esprimono necessariamente la loro natura per ciò che appare di essi. Di questo ne era convinto per esempio Manilius che nel suo Astronomicon considerava la dodecatemoria, ovvero la dodicesima parte di un segno zodiacale, il più profondo germe di un segno ovvero la natura vera e profonda del grado che stiamo osservando. In effetti, se usiamo le dodecatemorie per la valutazione del maschile e del femminile, otteniamo risultati interessanti come per esempio nel caso di Schwarzenegger che oggettivamente ha molti pianeti in segni femminili, eppure il suo sesso biologico è maschile, il suo orientamento eterofilo; tuttavia le dodecatemorie di Schwarzenegger rispettano le inclinazioni della sua mascolinità. Questo ci può servire per comprendere la polarità maschile e femminile in un individuo. 

In accordo a numerosi altri autori successivi a Doroteo, quando un nativo di sesso biologico maschile ha una prevalenza di polarità maschile, ciò essendo conforme alla sua natura lo renderà stabile e fiero; se invece a prevalere è la polarità femminile allora possiamo avere l’insorgenza di omofilia, bisessualità, o una certa tendenza passiva, remissiva, o una certa instabilità con la propria natura, sessualità, o con il proprio corpo o con l’immagine di sé, o una certa femminilizzazione del carattere o degli aspetti somatici. Stesso discorso, al contrario, se il nativo nasce di sesso femminile: se la polarità femminile è a prevalere questo sarà concorde alla natura biologica del nativo, e conferirà stabilità, fermezza, fierezza, equilibrio, ma se a prevalere è la polarità maschile ecco che possiamo stare di fronte a virago o ad un aspetto virilizzato, oppure a omofilia, bisessualità, o ad una tendenza passiva o remissiva o ad una certa fragilità circa la propria sessualità o natura o immagine di sé. 

Quanto indicato, a scanso di equivoci, è senza giudizi morali sulle inclinazioni sessuali, ma nella sola osservazione del dato emergente. L’uso dei dodecatemori per lo studio della polarità maschile e femminile ha dato nella mia esperienza risultati molto interessanti. Segue, come esempio, l’osservazione della polarità maschile femminile nella natività di Gertrude Stein, poetessa e scrittrice statunitense: trascorse la maggior parte della sua vita in Francia, apertamente lesbica, la sua relazione praticamente matrimoniale con Alice Toklas è una delle più celebri della storia LGBT.

Gertrude Stein, 03 Febbraio 1874 7:55 (rettificato alle 8:01:25) am Allegheny, Pennsylvania

PUNTOCONDIZIONE
ASCENDENTE02°PES54’ dodecatemorio MASCHILE
SOLE14°ACQ36’ dodecatemorio FEMMINILE
LUNA7°VER50’ dodecatemorio MASCHILE
Governatore AS01°BIL15’ dodecatemorio MASCHILE
Pianeti in ascensioneMARTE 25°PES39’ dodecatemorio FEMMINILE
Triplicità AscendenteMARTE 25°PES39’ dodecatemorio FEMMINILE
LUNA 7°VER50’ dodecatemorio MASCHILE
Ora della nascitaVIII ora, pari, MASCHILE
RISULTATORICORRENZA PREVALENTE MASCHILE

Carmen Astrologicum

In questo periodo mi sto concentrando sulla lettura e lo studio del Carmen Astrologicum di Doroteo, traducendo dalla versione inglese di Pingree i vari capitoli e riflettendo sulle indicazioni e i ragionamenti di Doroteo. L’esperienza ha portato a valutare intanto l’enorme quantità di risorse valutative in sede interpretativa, oggi praticamente per nulla usate se non raramente, come nel caso delle dodecatemorie letteralmente “dimenticate” dagli approcci moderni ma anche da quelli tradizionali odierni.

/ 5
Grazie per aver votato!
In ASTROLOGIA

Signori dei Dodicesimi: riabilitare la causa prima di ciò che appare

Albiruni propone nei suoi trattati la classificazione dei gradi zodiacali in diverse versioni e modalità. Mi ha molto affascinato la suddivisione per Signori dei Dodicesimi, ovvero essi sono il risultato della divisione in 12 parti di un segno zodiacale perché 12 sono i segni del Gran Zodiaco. Il computo dei gradi, nei Signori dei Dodicesimi, avviene in un “computo orario” dove ogni parte è composta da 2° e 30 minuti.

La prima parte termina al grado 2 e 30 minuti. La seconda termina al grado 5 e 00 minuti. La terza parte termina al grado 7 e 30 minuti. La quarta parte termina al grado 10 e 00 minuti. La quinta parte termina al grado 12° e 30 minuti. La sesta parte termina al grado 15 e 00 minuti. La settima parte termina al grado 17 e 30 minuti. L’ottava parte termina al grado 20 e 00 minuti. La nona parte termina al grado 22 e 30 minuti. La decima parte termina al grado 25 e 00 minuti. La undicesima parte termina al grado 27 e 30 minuti. L’ultima parte, la dodicesima, termina al grado 30° e 00 minuti. E la perfezione del tempo è chiusa.

Questa è la divisione. Non quindi suddivisa in 2° 50 minuti, i gradi sono fatti di minuti e i minuti sono 60, come 60 i secondi. E la dodicesima parte di un segno non può che essere di 2 gradi e 30 minuti. I signori dei dodicesimi sono un modo per valorizzare ulteriormente i gradi zodiacali. Dice Albiruni: Un segno può inoltre essere diviso in dodicesimi, ciascuno di 2° e 30 minuti. Ognuno di essi ha un suo signore, il primo dodicesimo ha come signore il signore del segno intero, il secondo quello del segno a seguire, e così via. Dice Albiruni: Vi sono poi altri che procedono per dodicesimi del segno ovvero 2° 30 minuti anziché per gradi, giacché la sfera stessa è divisa in dodici segni, e considerano maschile il primo dodicesimo di un segno maschile, femminile il secondo, ma femminile il primo dodicesimo di un segno femminile, maschile il secondo, e via dicendo.

Le indicazioni di Albiruni rievocano la teoria della dodecatemoria, di cui la tradizione ellenistica parla; cito, giusto a titolo informativo, Manilius che la riporta nel suo poema astrologico “Astronomicon”. Questi signori possono essere visti per sub-segno o per pianeta governatore (Signore dei Dodicesimi), e questa suddivisione coinvolge anche la polarità del segno zodiacale, diversificandola in una alternanza equilibrata di maschile e femminile, cosicché nulla è lasciato al caso e tutto si ripete in un eterno frattale, mai avremo quindi un segno interamente maschile o interamente femminile, perché questa tecnica ridistribuisce un ordine delle cose, in una disposizione originaria che affonda nella concezione stessa della cosmogonia di ciò che si rende visibile.

Ovvero rispetta un sacro ordine, quello dell’alternanza, della dualità, che riconduce al sistema unitario, all’uno indivisibile… eppure diviso in porzioni infinite di sé stesso. Ecco, la potenza della divisione per dodici, che emana un equilibrio incredibile nella sua dinamica e struttura. I signori dei dodicesimi oggi non sono utilizzati da nessun astrologo, credo tuttavia che sia un peccato ignorare questa conoscenza; essi possano essere riconsiderati e applicati nelle metodiche astrologiche.

Infatti Manilius ci ricorda che queste divisioni non sono affatto secondarie, esse intendono indicarci il germe profondo di ogni grado zodiacale, la sostanza più intima ovvero l’etimo di ogni disposizione. Così, per esempio, nel grado 8 e 20’ dei Gemelli, segno maschile, troviamo il germe della Vergine che è Freddo e Umido in un segno Caldo e Umido, una polarità femminile e il Signore dei Dodicesimi è Mercurio. Attraverso la rievocazione di questa tecnica-mantica, è possibile nella visione dell’Astrologo andare oltre l’apparenza e sondare la causa prima della sostanza che appare. Ne consegue che si alterneranno anche i caratteri primi tipici di ogni segno, e in ogni segno zodiacale sarà ritracciata l’interezza del sistema, in un incastro perfetto e infinito, che è Lode alla creazione stessa, cantico dei cantici. Dopo le tabelle un esempio pratico di loro utilizzo (le tabelle sono disponibili a fine articolo in un Link Pdf, che potrete scaricare sul vostro pc e stampare per la consultazione quotidiana).

NOTA BENE – Nei segni di fuoco prevale il Caldo, segue il secco. Nei segni di aria prevale l’Umido, segue il caldo. Nei segni di terra prevale il Secco, segue il freddo. Nei segni di acqua prevale l’Umido, segue il freddo.

 

Come utilizzare queste conoscenze? Questa è un’altra faccenda!
Personalmente li sperimento sia nelle geniture, sia nello studio delle questioni mondane, utilizzandole come criterio temperamentale, di ulteriore analisi degli spettri umorali, uniti ai confini, decani, e alle più importanti dignità essenziali / debilità essenziali / dignità accidentali / debilità accidentali. Non sono quindi Signori che sostituiscono qualcosa, al contrario lo integrano, aumentando ancora di più l’analisi di un punto specifico o la qualità di un certo tipo di aspetto o figura. Cosi la posizione di un SATURNO particolarmente difficile, mettiamo caso in dodicesima casa, in un tema notturno, in esilio o in caduta, in aspetto di opposizione a Marte e Luna, insomma in una eventuale condizione di “altissima criticità” e pesantezza, lo studio ulteriore della posizione di SATURNO può evidenziarci la possibilità che esso occupi uno spazio dei Signori dei Dodicesimi il cui reggente lo “mitiga” o lo supporta, o il cui grado appartiene a un sub-segno e ad un sub-carattere che può aiutare un poco in certe condizioni di elevata criticità.

Per esempio osserviamo grossolanamente la Natività di Adolf Hitler, una genitura che è molto esplicita e una delle carte che consiglio nello studio delle natività attraverso l’astrologia, perché fornisce posizioni molto “letterarie” rispetto poi a quanto è accaduto nella vita di questo dittatore.

 

Notiamo intanto che i due astri più “significativi” sono senza ombra di dubbio Saturno e Marte, intanto perché si posizionano in due cardini. Saturno governa la IV casa, è molto forte perché angolare e nel culmine superiore, pronto proprio a congiungersi alla casa dieci. È però un Saturno in esilio, il sole è “non tramontato” ma sta per farlo (secondo l’orario che viene proposto per la sua genitura)! Saturno va verso una fase dove sarà più proteso a procurare il male. La vita di Hitler è stata tutta interamente votata alla natura gotica e spietata di Saturno, unita anche alla violenza marziale. Anche qui abbiamo un Marte forte, perché nell’angolo occidentale, governa la settima casa, inoltre nella sua forza accidentale è in un esilio, quindi è proteso anch’esso ad essere aspro, a procurare il male. Come se non bastasse SATURNO-MARTE sono in aspetto e quando i malefici sono in relazione, specialmente di quadratura, opposizione, congiunzione, possono procurare il male, (anche il trigono non è da sottovalutare) e in queste condizioni sono abilitati a farlo, conferendo autorità, spietatezza, cinismo, voglia di imporre, un “desiderio di comando” basato tuttavia su una “frustrazione di fondo” (vedi Marte esiliato), ovvero crudeltà e spietatezza che si esplica in scenari di profonda prostrazione. Sappiamo bene quale fosse il quadro temperamentale e psicologico di Hitler, note erano le sue dipendenze ai farmaci, l’autolesionismo, la perversione sessuale, i biografi raccontano anche di gravi difficoltà sessuali che compensava proprio con atti di perversione e sadismo.

I SIGNORI DEI DODICESIMI relativi a Saturno e Marte, confermano ahimè il quadro già severo dei malefici. Per esempio. SATURNO ha come Signore dei Dodicesimi Saturno, come sub-segno Capricorno, come sub-carattere freddo + secco dove prevale il secco; Saturno di natività è nel confine di Saturno, nel segno Leone che è caldo + secco e maschile (è la componente secca di Saturno ad essere amplificata dal Signore dei Dodicesimi), disposto da un Sole in Toro e sappiamo che il luminare diurno preferisce segni maschili. Insomma lo spettro che abbiamo a livello temperamentale di questo Astro è fortemente disagiato, ho inoltre il forte sospetto che la nascita di Hitler debba essere corretta di qualche minuto, ovvero corretta per le ore 19:01 il che renderebbe il grafico notturno, ponendo Marte in hayz e Saturno contro fazione, di fatto evidenziando alla perfezione il temperamento apparente del dittatore.

Ma ritornando ai signori dei dodicesimi, vediamo che MARTE ha come Signore dei Dodicesimi Marte, come sub-segno Scorpione, come sub-carattere freddo + umido e dove la componente umida è amplificata; Marte di natività è nel confine di Giove, nel segno Toro che è freddo + secco e femminile, disposto da Venere in Toro. Intanto notiamo come per i due malefici i Signori dei Dodicesimi ricalcolano la natura malefica dei due astri.

Saturno ha come Signore dei Dodicesimi Saturno.

Marte ha come Signore dei Dodicesimi Marte.

Ciò sottolinea ovvero amplifica ulteriormente la criticità di questi astri, in aspetto, angolare, fortemente debilitati nella loro condizione essenziale e dotati di una accidentalità che li rinforza nelle loro condizioni disagiate. Insomma veramente difficili!

L’uso di queste tabelle per l’analisi delle cose mondiali, è utilizzabile unita ai significati accidentali ed essenziali come anche ai confini, e possono dare un ulteriore indirizzo od orientamento nel comprendere fino in fondo la natura delle energie temperamentali che possono emergere all’interno di una immagine celeste. Almeno questo sostengo e intendo sperimentare. Ritornerò sicuramente sui Signori dei Dodicesimi, sperimentandoli nelle natività e nelle questioni mondane, per riflettere circa il loro utilizzo.

LINK TABELLA DEI SIGNORI DEI DODICESIMI IN PDF

/ 5
Grazie per aver votato!