Tag

mondiale

In ASTROLOGIA

Anno 2022: Previsione COLLETTIVA per l’Italia

L’anno 2022 inizia, secondo il nostro calendario, il 1 gennaio 2022. Siamo tuttavia ancora soggetti ai significati accidentali dell’immagine del Sole in Bilancia 2021, quella che sanciva le qualità della stagione autunnale e invernale 2021, affrontate in VenetoAstrologia al link che troverete a fine di questo articolo.

Per ragionare sulle qualità di un anno, nel rispetto del paradigma astrologico, è necessario giudicare le qualità essenziali ed accidentali dell’ingresso del Sole in Ariete, questo ingresso rappresenterà la “ripartenza” del Sole dal grado zero della longitudine zodiacale, così questo momento è considerato come il capodanno astronomico nella così detta Rivoluzione del Mondo che, poiché è domificata ovvero osservata dalla Sfera Locale di Roma, ha diritto e significato sul territorio italiano essendo Roma capitale della nazione Italia. Da questa carta è possibile, nei limiti interpretativi, osservare il clima e l’atmosfera generale della nazione.

Segue l’immagine dell’ingresso del Sole in Ariete 2022 e la sua interpretazione secondo la tradizione araba.

L’Ascendente dell’ingresso del Sole in Ariete è in segno bicorporeo, quello della Vergine. Questo ci dice che l’anno 2022 si muoverà con due diverse marce. La prima è quella relativa alla stagione primaverile ed estiva, dopo di che gli scenari cambieranno nella stagione autunnale e invernale. Bonatti ci indica che quando all’Ascendente sorge un segno bicorporeo, le cose muteranno nella seconda parte dell’anno (autunno e inverno) e ciò che era consolidato o certo per la prima parte dell’anno, non lo sarà per la seconda parte.

Bonatti ci indica che è necessario evidenziare il Signore dell’Anno che chiama anche Signore della Gente Comune. Non è un pianeta che ci dirà le condizioni di un anno, ma piuttosto intende rappresentare le condizioni generali del “popolo” unitamente alle specificità dei Significatori Naturali del Popolo che ricadono sempre sulla Luna e sull’Ascendente.

Signore della Gente Comune è Giove perché è l’unico pianeta che si trova in una casa angolare (la settima casa) e a governarla. Inoltre possiamo candidare Giove perché Mercurio è signore dell’Ascendente e signore della sizigia precedente, e si applica a Giove. Giove non governa solo la settima casa angolare, ma è in aspetto anche all’Ascendente. Giove ha diritto anche sulla quarta casa angolare.

La posizione di Giove come Signore della Gente Comune in Settima Casa, e in fase di accoglienza di Mercurio che si applica ad esso in una condizione di caduta-esilio per essenzialità, denota una prima parte dell’anno centrata sulle questioni contrattuali e sugli accordi tra “amministratori e popolo”. Potremmo stare di fronte ad una carta che intende indicarci che nella stagione primaverile ed estiva potrebbero essere approvate o confermate certe norme di comportamento nella gestione delle relazioni tra noi e gli altri, Mercurio governa infatti anche la Decima Casa luogo del potere esecutivo, intende “donare” o applicare qualcosa a Giove.

La Settima Casa significa i rapporti con le altre potenze da intendersi anche “altri organi istituzionali all’interno di una nazione”, nonché gli alleati, la politica estera. Il fatto che il Signore della Gente Comune si posizioni in VII e governi anche la IV casa potrebbe volerci indicare che siamo prossimi ad una serie di normative o di decisioni politiche che hanno anche il senso di regolare la nostra società con le relazioni estere o straniere, regolarizzare i flussi in entrata (tipo quelli turistici), o regolarizzare i nostri spostamenti dentro il territorio ma anche fuori dai suoi confini. Ritengo tuttavia che siamo prossimi ad una serie di normative sociali portate da Mercurio in esilio caduta ad un Giove che comunque intende accoglierle in un suo domicilio. Ricordo che i segni definiti “popolari” sono non solo la Bilancia e il Cancro ma anche il segno dei Pesci, che a differenza dei primi due è popolare ma non è definito né politico né democratico, piuttosto è un segno associativo e come segno promette questioni legate ai profitti nel commercio e agli scambi commerciali (CCAG XII pagine 160, 11-12). Possono sorgere in Italia nuove “formazioni” politiche o sociali mosse da certi ideali comuni in contrapposizione alla natura del potere costituito o ufficiale, aggregazioni sociali o similari.

La condizione generale del popolo descritta da questa carta non possiamo ritenerla così “giubilante e lieta”. Anche se Giove è Signore della Gente Comune, lo è in “proiezione”, ma in quale condizione ci troviamo? La Luna è significatore naturale del popolo ed è vuota di corso. Ovvero all’ingresso del Sole in Ariete 2022 la Luna è negli ultimi gradi del segno Bilancia, e spesso questa condizione coincide con un momento di vuoto. Il Vuoto di Luna significa, in una carta mondana, una “condizione di disorientamento e di confusione”  ovvero un procedere senza un orizzonte chiaro, senza concreta e reale lungimiranza.

Così la copresenza della condizione lunare e della qualità del Signore della Gente Comune, Giove, decisamente diversi nella loro qualità accidentale, ci indica chiaramente la condizione generale di affaticamento, economico, fiscale, un disorientamento sulla propria condizione personale e un certo malcontento (Luna void in II casa e governatrice del luogo undici); ma la presenza di Giove in domicilio in settima casa, e che riceve Mercurio in congiunzione, favorisce la possibilità di necessari interventi legislativi, per la riorganizzazione della società nei suoi movimenti su territorio (IV casa governata da Giove) ma anche in riferimento allo scambio economico-commerciale (la settima casa è relazione anche tra l’io-individuale e l’altro da intravedersi come cliente o possibile cliente). Un leggero vantaggio proviene dal fatto che il capo fazione è il Sole, quindi anche se la Luna è vuota di corso, il suo significato è meno “efficace” pur rimanendo una condizione di fragilità.

L’ASPETTO MERCURIO GIOVE

L’aspetto di congiunzione applicativa di Mercurio a Giove è il più importante poiché è coinvolto il Signore dell’Anno. Valente descrive questa congiunzione come la relazione tra amministratori della cosa pubblica e la condizione di chi vuole fare affari, in un certo senso la politica economica e lavorativa che si relaziona alle richieste sindacali. Doroteo interpreta questo aspetto come favorevole alla promulgazione delle leggi e all’abilità di convincere gli altri a fare qualcosa. Il Liber Hermetis vede in questa unione la possibilità di grandi vantaggi per i soggetti coinvolti dalla sua influenza, ma aggiunge che quando questa congiunzione è all’occaso (come in questo caso, ovvero sta tramontando) porta insofferenza e difficoltà “ai figli” che in un’ottica mondana potremmo ridefinirla come “porta insofferenza e difficoltà ai più giovani, al mondo giovanile, a chi eredita certe condizioni”. La congiunzione è sì favorevole, ma non possiamo non considerare che procede verso il tramonto e questo “diminuisce” i suoi favori perché è prossima a tramontare.

LE ALTRE CONDIZIONI DELLA CARTA DI INGRESSO

La condizione della carta di ingresso del Sole in Ariete riflette tuttavia alcune perniciosità, molto evidenti. Intanto, il Significatore del Re, che significa nel nostro territorio colui che detiene il potere esecutivo, è rappresentato da Mercurio in esilio caduta, si applica a Giove, e rimanda a quanto già indicato, ovvero il potere che entra con una forte ingerenza nelle dinamiche sociali, operando anche scelte legislative finalizzate a modificare sensibilmente le procedure con cui la società lavora e opera per il bene comune. La Parte del Re è disposta da Venere che si separa da Marte e si applica a Saturno, dunque assediata, la Parte è in sestile al Sole altro significatore, naturale, del Potere esecutivo. Le azioni del potere esecutivo sembrano protese come detto a divulgare e realizzare certe normative e certe novità in ambito sociale e professionale, ma la condizione generale di questo potere pare affaticata o comunque rappresentata da certe incongruenze o differenze all’interno stesso del potere esecutivo.  Inoltre il profilo del potere esecutivo continua ad essere molto rigoroso e proteso alla promulgazione di norme restrittive. Il dispositore della parte del Re, che si posiziona in VI casa, pare indicarci che le restrizioni sono proprio causate o motivate dai significati della VI casa, luogo delle epidemie e della gestione delle malattie in ambito collettivo, oltre che luogo del cattivo genio, del misero declivio, di coloro che si sentono “sottoposti” da qualcuno che impone e opera con ingerenza.

CONDIZIONE SANITARIA

La VI casa è luogo della malattia. Significatore accidentale di questo argomento è Saturno, in VI casa governatore della VI. Inoltre Saturno è in opposizione alla Parte di Malattia che va a posizionarsi nella dodicesima casa, nella casa o segno del Sole. Saturno è un antiluminare. Osservo ancora indicazioni che purtroppo non depongono a favore di una reale risoluzione del problema sanitario, ovvero tale argomento risulterà ancora centrale e prioritario e può anche avere risvolti inaspettati di gravità o di acutizzazione. In primavera e in estate possono esserci situazioni centrate ancora sulla condizione della salute pubblica, avremo questioni da affrontare per quanto riguarda la sanità del collettivo. E poiché in VI casa troviamo Venere dispositore della Parte del Re, nulla vieta di ipotizzare che potrebbero essere prese “scelte politiche” di obbligo vaccinale perché Venere procede verso Saturno che è l’autorità, a differenza di Giove che è colui che promulga le leggi, Saturno intende farle rispettare imponendole. Rimane nel quadro di analisi generale la condizione di vuoto di Luna che anche per le questioni di sanità pubblica è da tenere in considerazione, questa Luna ci conferma una vulnerabilità della salute collettiva, a cui dobbiamo prestare attenzione per non incorrere in errori di valutazione in una fase in cui è importante contenere la diffusione del virus e la sua propagazione. Tuttavia la congiunzione Marte Saturno è veramente un aspetto temibile e risulta orientata nella VI casa.

ASSEDIAMENTO DI VENERE

E CONGIUNZIONE MARTE-SATURNO

Nell’ingresso del Sole in Ariete appare perniciosa la disposizione di Venere che è assediata dai malefici, si separa da Marte e si applica a Saturno. Inoltre Marte si applica a Saturno. Il mondo delle donne appare ancora infragilito da questa disposizione, le donne subiscono le peggiori condizioni e afflizioni, oppure l’arte e tutto ciò che è bellezza può in qualche modo subire una fase di difficoltà e di debolezza. Non possiamo non notare in questa carta la congiunzione Marte-Saturno che è uno degli aspetti più difficili e severi tra i due malefici, congiunzione in fase di perfezionamento, Marte si applica a Saturno e Venere porta qualcosa di Marte a Saturno, prima del loro incontro.

L’Anonimo ci dice che la congiunzione Marte-Saturno è dannosa al corpo specialmente quando uno dei due riceve “l’applicazione della Luna” (e in questo caso non abbiamo aspetti applicativi della Luna a Marte o a Saturno), oppure – dice l’Anonimo – quando uno dei due è signore del Sesto Luogo. È il nostro caso! Saturno governa la VI, inoltre sia Marte sia Saturno sono in VI casa. L’Anonimo dice che la congiunzione Marte Saturno causa l’atrabile, e accompagna febbri con brividi. In nostro soccorso ci viene Valente che ricalca le atmosfere descritte dall’Anonimo ma è convinto che se in questa congiunzione “partecipa Venere” può attutire certe perniciosità, pur rimanendo un aspetto molto lesivo e difficile. Le osservazioni di Valente sulla congiunzione Marte-Saturno e la relazione ad essa di Venere, può farci pensare anche ad un altra questione: Venere è significatore naturale dei rimedi medicamentosi, presiede infatti le droghe erboristiche e i rimedi atti a curare, può essere un significatore naturale di un “farmaco”. Separandosi da Marte e applicandosi a Saturno può indicarci nel sesto campo dell’immagine celeste un rimedio medicamentoso in arrivo ma anche una imposizione medicamentosa, un cambiamento circa l’obbligo vaccinale o qualcosa del genere, che comprenderemo strada facendo.

Ovviamente Marte-Saturno sono ciclicamente congiunti. Ma tale congiunzione diventa “importante e rilevante” quando si presenta all’interno di una carta di sizigia, o all’interno di una carta stagionale. Come in questo caso. Non posso quindi escludere certe perniciosità in ambito sanitario, e Venere è comunque nella casa di Saturno e non ha grande dignità nel segno che occupa. Al contrario Venere è anche uno dei significatori naturali del “benessere fisico” inteso come “il godersi la vita”, Venere presiede i nostri desideri che sono in un certo senso assediati dai malefici.

Non dimentichiamo poi l’indice ciclico planetario, una tecnica contemporanea molto attendibile, che ci indica come il 2020 sia l’anno della fase discendente che è acutizzata nel 2022 “il fondo massimo”. Dal 2023 in poi questa “curva discendente” comincia a risalire e gradualmente ritornerà a valori pre-covid e può indicarci proprio l’avvio di una ripresa più efficiente.

Tuttavia, ritornando alla congiunzione Marte-Saturno è necessario anche ricordare che Saturno sta transitando ancora nel suo domicilio. Ormai sono diversi anni che Saturno transita nel capricorno e poi nell’acquario ovvero in due segni in cui la sua forza essenziale è amplificata. A tal proposito, su Saturno in Acquario, Bonatti indica che: se nell’ingresso del Sole in Ariete Saturno è in VI casa, significa la cattiva disponibilità e volontà delle persone nei confronti dei loro “padroni” o dei loro superiori, nonché molte infermità e pericoli per gli animali di piccola taglia. Poi su Saturno in Acquario dice: se Saturno è in Acquario, e la sua latitudine fosse nord, significa una moltitudine di piogge, e la severità del freddo e del gelo. E se la sua latitudine fosse sud, significa scarsità di acque. Se orientale significa scarsità di acquisizione di eredità, e scarsità delle sostanze. E se fosse occidentale, significa una moltitudine di fuochi ardenti (apparizione di comete o meteore o bolidi nel cielo). E se fosse retrogrado, significa cose gravose. E se fosse diretto, significa la morte degli animali che gli uomini usano per la propria utilità. Saturno è in questo grafico orientale al Sole, con latitudine sud, in moto diretto.

CONCLUSIONI FINALI

La prima parte dell’anno (primavera-estate) potrebbe indicarci una serie di interventi economici mirati, che andranno a cambiare drasticamente il nostro rapporto con il mondo del lavoro e con le nostre abitudini sociali; un certo rigore nella politica sanitaria anche con normative di obbligo sociale; permangono ancora situazioni di fragilità in ambito sanitario; inoltre il Governatore della X casa è Mercurio in segno bicorporeo, che congiungendosi a Giove potrebbe indicarci anche un “cambio importante” nella compagine di governo, tipo cambio di ministri, oppure cambiamenti importanti nei partiti di sostegno al Governo, cambi di poltrone, nomine diverse. Il sentimento generale è ancora affaticato per via della Luna nei confini del segno e in void, c’è un senso di smarrimento che può tradursi anche in una politica sociale ed esecutiva “poco capita e poco compresa” dall’opinione pubblica, per contraddizioni e per situazioni di ambiguità. Inoltre l’orientamento di Marte che si applica a Saturno, e Venere che si separa da Marte per poi applicarsi a Saturno in VI casa, risalta un senso di difficoltà e di sacrificio, come descrive l’Anonimo è un aspetto che può indicarci l’incapacità di comprendere le decisioni che vengono dall’alto e quindi un sentimento di riottosità dotata di passione-desiderosa di una libertà perniciosa, verso certe decisioni politiche, oltre ad essere un aspetto che ancora una volta rende vulnerabile la salute pubblica e la sua gestione.

I GIUDIZI DEI CONFINI

Confine Ascendente: condizioni del popolo. GRADO 9 DELLA VERGINE – gradi di sollecitudine, poco fortunati nel matrimonio o nella questioni relative alle passioni umane, ma fortunati per tutto ciò che è relativo alla mente, alla conoscenza, alle idee, all’operosità popolare.

Confine Medio Cielo: condizione del potere. GRADO 5 DEI GEMELLI – gradi industriosi, che celebrano qualcosa, esordio per qualcuno o qualcosa, di semplificazione delle imprese, gradi di abilità, di esperienza, competenza, e conoscenza.

Confine Luna: condizione generale della stagione primaverile ed estiva. GRADO 29 DELLA BILANCIA – forza, determinazione, vigore, attività militare, promozione gloriosa, atto di comando o di autorità, verifica, padronanza, tendenza al comandare o ad  imporre, orientare.

I confini orientano all’idea di una prima parte dell’anno “operosa” (ricca di numerose novità legislative, e sociali), ma in atmosfere e in scenari (vedi il confine della Luna) di difficoltà e di decisioni impositive e di comando, atte a orientare. I confini evidenziano anche il rigore della scoperta scientifica e la diffusione di scoperte scientifiche utili alla società.

 

GIUDIZI SUL PERIODO IN ESAME TRATTI DAI SIGNORI DELLA TRIPLICITA’ DELL’ASCENDENTE DELLA RIVOLUZIONE DEL MONDO

Primo signore della triplicità dell’Ascendente è VENERE che nella sua condizione accidentale rappresenterà i primi 62 giorni (dal 20 marzo al 20 maggio circa): in questa prima parte la condizione di assediamento di Venere ci indica una fase difficile, perniciosa e limitata, Venere è nella casa di Saturno e può indicarci anche una fase importante sulla divulgazione di una certa politica decisionale relativamente alle dinamiche sociali e alla nostra libertà. È una parte dell’anno perniciosa e difficile.

Secondo signore della triplicità dell’Ascendente è LUNA che rappresenterà nella sua condizione accidentale i secondi 62 giorni (dal 20 maggio al 21 luglio). Essendo la Luna in void, questa seconda parte dell’anno può indicarci una fase di disordine o disorientamento, il che può anche indicare una certa libertà e leggerezza nel muoversi, senza calcolare con intelligenza e lungimiranza i rischi futuri. C’è un momento di vulnerabilità e di assenza, ci sono poi situazioni economiche da dover gestire e scelte controproducenti in arrivo.

Terzo Signore è MARTE che rappresenterà nella sua accidentalità i terzi 63 giorni (dal 21 luglio al 23 settembre giorno in cui sarà necessario realizzare l’ingresso del Sole in Bilancia e studiare la carta per indicare le qualità della seconda parte dell’anno, relativa alla stagione autunnale e invernale 2022). L’ultima parte di questa “prima parte del 2022” ci indica che l’azione di Marte sarà più forte, quindi determinazione, attività, reattività, ma anche infiammazione e tendenza agli animi infiammati, ed essendo Marte in segno umano rischio o pericolo “fisico” per personaggi pubblici o importanti, oppure una certa indolenza umana nel perseguire i propri bisogni senza calcolo dei rischi.

 

ASSE NODALE SECONDO BONATTI

Nella Carta di ingresso del Sole in Ariete l’asso nodale si colloca nei segni Toro (Nord) e Scorpione (Sud). Riporto quanto indica Bonatti sulla disposizione dei nodi, per segno zodiacale, nella rivoluzione del mondo:

Nodo Nord in Toro: uccisione di uomini importanti nelle aree settentrionali, o una moltitudine di differenze fra ricchi, magnati e i contadini nei luoghi occidentali.

Nodo Sud in Scorpione: febbri negli uomini, infermità nel petto, moltitudine di infiammazioni alla gola, saranno avvantaggiati i ricchi, i nobili, che avranno vantaggi dalle guerre. 

L’interpretazione di queste definizioni vede una conferma rispetto a quanto è stato detto su questo ingresso. I potenti, i ricchi, o chi è benestante non soffrirà affatto la difficoltà sociale che si presenta anche nel 2022 prima parte, a risentirne sono le classi sociali più disagiate. L’asse nodale indica anche rischio o pericolo per personaggi pubblici come già indicato precedentemente, il nodo sud depone a sfavore per le condizioni sanitarie nazionali. Inoltre la condizione della Luna e di Venere mette purtroppo in risalto una certa “fragilità” nel tema delle donne e del femminile, da monitorare durante le due stagioni con particolare attenzione.

Nella stagione estiva sarà presentata la seconda parte dell’anno, che sarà decretata dall’ingresso del Sole in Bilancia, così come indicato dalla tradizione araba delle Rivoluzioni del Mondo.

 

LA CONDIZIONE DELLE CLASSI SOCIALI
PRIMA PARTE DEL 2022 STAGIONE PRIMAVERILE – ESTIVA

I Lunari (Luna Void) [il mondo dei fanciulli, la natalità, regine, contesse, nobili di sesso femminile, la gente comune, tutti coloro che non rientrano nelle altre classi, pellegrini, navigatori, pescatori, industria ittica, birrai, baristi, vinai, imprese di pulizia, chi opera nell’assistenza al prossimo in ogni sua forma] sono sottoposti a disorientamento, affaticamento, hanno dubbi sul futuro, non hanno orizzonti definiti e chiari, sono infragiliti e in tale condizione poco capaci di produrre e di realizzare.

I Solari (Sole in VII che si congiunge alla parte di Fortuna ed è in aspetto alla Parte del Re) [il premier, o il personaggio con funzione pubblica, famoso, celebre, oppure il presidente di una istituzione o il capo di un partito, principi o in genere nobili di alto rango, personaggi dotati di una certa notorietà sociale] sono rinforzati, stimolati a contrattare e a contrapporsi ai propri rivali, spinti a osare e possono concretizzare.

I Mercuriali (Mercurio in esilio caduta che si applica a Giove per congiunzione) [tutti i letterati, gli intellettuali, coloro che appartengono al mondo della cultura, filosofi, matematici, il mondo degli astrologi, mercanti, segretari, scrivani, oratori, avvocati, insegnanti non universitari, librai, impiegati, procuratori, cambiavalute, ambasciatori, progettisti, contabili, notai, ladri intesi come truffatori, corrieri, spedizionieri, messaggeri gli adolescenti di qualsiasi sesso] sono sottoposti a cambiamenti di governo, potere, o di organizzazione, sono interessati a dare vita a nuove organizzazioni o a nuove idee, sono tuttavia instabili nel loro procedere e subiscono improvvisi mutamenti e imprevisti subitanei.

I Venusiani (Venere assediata dai malefici) [musicisti, artisti in genere, dal pittore, al danzatore, al cantante, giocatori, setaioli, negozianti di moda o accessori estetici, quindi industria della moda e del mondo cosmetico e della bellezza e dell’arte, il mondo delle donne, profumieri, addetti al mondo estetico e della bellezza in genere, e del gusto] sono sottoposti a fragilità, difficoltà, a violenza, a sopruso, a ingiustizia, a limitazioni, hanno condizioni sfavorevoli e disagiate.

I Marziali (Marte in segno umano, nella casa della sua gioia, in applicazione a Saturno) [tiranni, oppressori, despoti, dittatori, usurpatori, malfattori, persone che intendono delinquere, soldati, capitani, militari in genere, farmacisti, chirurghi, artiglieri, macellai e quindi industria della macellazione, ma anche industria connessa ai metalli, forse di polizia, carnefici, ladri, fornai, orologiai, barbieri, tintori, cuochi, guardiani di zoo o di animali in genere, concitatori di pelli, cacciatori, chi usa delle armi, chi usa coltelli, chi usa accessori taglienti, il mondo degli uomini] sono riottosi, violenti, incessanti nel loro agire, intendono arrivare ai loro scopi anche con atti duri e imponenti, amano procedere con determinazione e non sono spaventati da nessun rigore e cercano lo scontro per prevalere, non intendono far procedere gli altri o i ceti diversi dai loro.

I Gioviali (Giove in domicilio) [giudici, senatori, consiglieri, ecclesiastici, vescovi, preti, ministri di culto, cardinali, cancellieri, dottori della legge, giovani accademici, studenti universitari, avvocati, fabbricanti di stoffe e negozianti di tessuti, quindi industria della moda, del lusso, nobili, persone benestanti, docenti, professori, ricercatori in ambito umanistico] sono avvantaggi, premiati, prevarranno sui loro nemici, sono capaci e riescono nelle loro imprese, sono onorati e glorificati da tutti, ricevono riconoscimenti e premi, sono in grado di raggiungere traguardi importanti, di vincere le loro battaglie.

I Saturnini (Saturno nel suo domicilio, che riceve Marte, è in VI casa) [contadini, mendicanti, braccianti, vecchi, padri, nonni, monaci, gesuiti, seguaci di sette, concitatori, operai in genere, idraulici, fabbricatori di mattoni quindi addetti all’edilizia, sacrestani, stallieri, minatori, carrettieri, giardinieri, pastori, addetti all’industria agricola] si sentono privati di qualcosa o sottoposti da qualcuno, intendono ribellarsi a tale condizione e far emergere la loro importanza e la loro necessità nei confronti della società, sono sfidati ma non cedono alle sfide esterne, che invece li spingono a reagire manifestando il loro potere e la loro forza essenziale.

 

*LA STAGIONE AUTUNNALE E INVERNALE 2021
ovvero dal 22 settembre 2021 al 19 marzo 2022
LINK

– Articolo a cura di Francesco Faraoni
pagina facebook personale LINK

/ 5
Grazie per aver votato!

In ASTROLOGIA

Gli aspetti applicativi e separativi: Luna pre-covid e la Luna in covid e post covid. Dal 2019 al 2021.

Gli aspetti applicativi e separativi, in particolare della LUNA, in una carta mondana intendono rappresentare lo stato delle cose pregresse o passate (aspetti separativi), e lo stato delle cose da sperimentare, verificare e provare nel futuro (aspetti applicativi).

Intanto perché sono in particolare determinanti e importanti gli aspetti separativi e applicativi della LUNA. La Luna ha un ruolo fondamentale nelle carte mondane, essa è un significatore naturale della condizione del popolo, quindi rappresenta a tutti gli effetti lo stato d’animo, lo stato di benessere e lo stato generale di una società. Ma la Luna è importante anche per il suo ciclo in relazione al sole, scandisce un tempo “presente e immediato”, è la lancetta del tempo comune percepito nel mondo sublunare da tutte le creature viventi.

CARTA MONDANA
La carta mondana è un grafico astrologico in cui decidiamo di vedere le cose del “mondo” o meglio del collettivo. La modalità di realizzare queste carte è molteplice e dipende anche dall’autore da cui prendiamo testimonianza e insegnamento. In linea generale le fasi lunari (novilunio e plenilunio) e gli ingressi del Sole nei 4 segni stagionali (Ariete per la primavera, Cancro per l’estate, Bilancia per l’autunno e Capricorno per l’inverno) sono i momenti più importanti studiati da sempre per le cose collettive. Tolomeo e gli autori successivi offrono delle indicazioni e dei suggerimenti: per esempio si considerano importanti le sizigie (ovvero i noviluni o i pleniluni) precedenti all’ingresso stagionale. La carta che ne deriva ci descrive le qualità generali del popolo, le condizioni delle malattie o delle epidemie, i sentimenti della collettività, le opinioni delle masse e i suoi movimenti sociali. Mentre l’ingresso del Sole in un segno stagionale, ci informerà in particolare sul potere, sul governo, sulle decisioni che provengono dalle istituzioni o da quelle figure che hanno la facoltà di scelta su di tutti (oggi possiamo dire dal governo esecutivo e dal potere legislativo, come anche da tutte quelle istituzioni che decidono o che fanno rispettare le regole, inclusa il potere della magistratura). La carta va redatta per il luogo della capitale di uno stato, per l’Italia quindi è importante domificarla per ROMA, non ha senso domificarla in altri luoghi perché è a Roma il centro della decisione nazionale sul piano politico ed esecutivo.

LA LUNA NELLE CARTE MONDANE

Dunque studiare gli aspetti applicativi e separativi della LUNA in questi momenti astronomici, può fornirci informazioni importanti su cosa ci stiamo preparando a vivere e cosa stiamo lasciando. Proviamo a monitorare la LUNA e i suoi aspetti applicativi e separativi negli anni 2019,2020, 2021, strettamente connessi all’emersione del Covid e alla sua diffusione in Italia.

Dobbiamo infatti partire dall’ingresso del Sole in Ariete di marzo 2019, l’Ascendente è in Scorpione quindi la carta si presta ad essere letta per “tutto l’anno” essendo il segno che sorge fisso. Questo ingresso del Sole in Ariete di Marzo 2019 ci dà informazioni sul periodo che va da Marzo 2019 a Marzo 2020, quindi nel periodo in cui comincia a diffondersi il covid. L’OMS entra ufficialmente a conoscenza del problema il 31 Dicembre 2019, e il mondo, inclusa l’Italia, comincia a capire che il virus è un problema “nazionale” proprio a partire da febbraio-marzo 2020.

INGRESSO DEL SOLE IN ARIETE 2019

All’oroscopo sorgere il Segno Scorpione, fisso, l’ingresso è valido fino a Marzo 2020 quando sarà necessario redigere una nuova carta mondana. La carta del Sole in Ariete 2019 ci informa però dello stato del potere esecutivo, delle decisioni collettive volute da chi detiene la decisione e il potere della scelta su tutti. Questa carta ci permette di stabilire il Signore dell’Anno che Bonatti ci ricorda è il SIGNORE DELLA GENTE COMUNE quindi è importante la sua determinazione per comprendere la relazione tra popolo e potere. Non abbiamo condizioni adeguate per stabilirlo con facilità, Bonatti è chiaro su come determinarlo. Qui le prime condizioni da rintracciare sono totalmente assenti, nessun pianeta all’interno del luogo in cui è governa quel luogo per domicilio od esaltazione. Si parte dalle case più forti che sono l’Ascendente e il Medio cielo. Bonatti poi dice che se in questi luoghi non vi è alcun pianeta che ha diritto su quel luogo di guardare la settima, la quarta, la undicesima, la quinta. Qui abbiamo una difficoltà nello stabilire il signore dell’anno. dobbiamo quindi ricercarlo attraverso i signori della triplicità, partendo dallo studio dei pianeti angolari. GIOVE è in prima casa, ma non ha diritto sul segno che sorge. Marte è congiunto alla settima casa, Marte è signore della triplicità di terra, potrebbe avere quindi qualche diritto sulla Settima Casa. In quarta casa vi è Mercurio che non ha diritto come signore della triplicità sui segni di acqua. Per esclusione quindi, MARTE poiché signore della triplicità dei segni di terra (in qualità di compartecipante), poiché in un segno di terra, poiché nel segno del discendente, poiché congiunto al discendente (anche se ha superato l’applicazione al discendente) poiché in relazione alla Luna dell’ingresso del Sole in Ariete, è candidabile a SIGNORE DELL’ANNO. Un Marte in esilio e in settima casa che mette in allarme proprio sulla capacità di coesione e di stabilità sociale tra popolo e potere, rivelando anche una certa condizione di debolezza del popolo in relazione alle regole e alle leggi da rispettare.

Soffermiamoci quindi sulla LUNA.
La Luna corre a vuoto, si separa infatti da Giove, da Marte, da Saturno, da Mercurio e non forma nessun aspetto applicativo, anche perché si trova ormai alla fine del segno e quindi spesso accade in questa condizione che la carta dia un vuoto di luna, ma tale condizione per una carta mondana è importantissima. La Luna abbandona una serie di certezze e di stabilità, per andare verso l’ignoto. Questo proprio perché è in VOID quindi il “popolo va verso cose sconosciute e dunque fragili e mutevoli”.

Signore della decima casa è Mercurio in esilio caduta e retrogrado.
Signore dell’ascendente è Marte in esilio nonché Signore dell’Anno.
La Luna si separa da Giove, Marte, Saturno e Mercurio e va in void.
Il popolo e il potere sta andando verso uno scenario di instabilità e di fragilità, di dubbi e di incertezze, che noi vivremo poi concretamente proprio alla fine del 2019, e nei primi mesi del 2020. A febbraio 2020 siamo in piena emergenza covid che diventa una ecatombe a marzo. Ci troviamo in un periodo ancora soggetto a questo ingresso del Sole in Ariete.

Ma vediamo la sizigia precedente il Sole in Ariete di marzo 2019.

Dobbiamo tenere in considerazione sempre la fase precedente all’ingresso, quindi è necessario considerare il Novilunio del 6 Marzo 2019. La Luna si applica a Giove con un aspetto di quadratura, Giove governa la VII casa le relazioni con gli altri ed è in un suo domicilio, quindi ci presenta tematiche legate al rapporto con gli altri, con i nostri vicini, con chi ci circonda, ci parla anche di relazioni contrattuali, o di patti, o di collaborazioni, la Luna però si applica anche a Saturno con un aspetto di sestile, Saturno governa la quinta e la sesta casa, quindi luoghi legati al divertimento e al ludico (quinta) e alla salute (sesta). L’aspetto è armonico, quindi ci evidenzia la necessità di rispettare delle regole (saturno) che però sono concepite come armoniche, necessarie e utili dal popolo.

Tutto questo è ciò che viene “prima del covid” quando ancora non vi era coscienza dell’emersione di una emergenza sanitaria da pandemia… le carte considerate evidenziano specialmente per gli aspetti della Luna l’idea di un periodo in cui certe certezze e stabilità vengono meno, e la necessità per il collettivo di riprogrammarsi all’interno di nuove regole. Non vi era alcun aspetto che potesse far pensare a una epidemia in arrivo almeno guardando solo queste carte. Ma andiamo avanti.

 

Nell’ingresso del Sole in Ariete a Marzo 2020 la situazione si complicano ulteriormente per una serie di condizioni.

Intanto seguendo le indicazioni di Bonatti, il pianeta Signore dell’Anno è Marte perché si trova in undicesima casa, un luogo considerato da Bonatti quando i 4 angoli non ci danno un esito convincente. Infatti la decisione è tra Mercurio in ascendente e tra Marte in undicesima casa. Bonatti indica di giudicare prima di tutto per domicilio ed esaltazione. Mercurio infatti ha diritto sull’ascendente in qualità di Signore della Triplicità dei segni di aria ma non è nel segno dell’Ascendente. Marte appare nella sua condizione più forte perché è nel segno della cuspide della undicesima casa, è in undicesima casa e governa per esaltazione l’undicesima casa. Marte si applica prima a Giove e poi a Saturno, Giove si applica  Saturno, il tutto in un aspetto di congiunzione. La vicinanza Marte Giove Saturno e il loro aspetto applicativo di congiunzione rientra nella dicitura di “corruzione”. Quando Giove Saturno sono in congiunzione e con essi appare anche una relazione a Marte, i tre astri per le interpretazioni mondane possono essere potenzialmente corruttivi. Ciò avviene nella carta che osserviamo nel segno del Capricorno, il cui domicilio è retto da Saturno e sappiamo che Saturno formerà una congiunzione perfetta  a dicembre 2020 con Giove, quella che chiamiamo Media Congiunzione e che cambia anche la triplicità delle future congiunzioni Giove Saturno. Dal 1800 al 2020 gli incontri Giove Saturno sono avvenuti nei segni di terra, ora per i prossimi secoli avverranno in segni di aria, questo cambia la triplicità degli incontri e quindi “cambia la modalità” dell’elemento di congiunzione, cambiando di conseguenza qualcosa nel mondo. L’ingresso del Sole in Ariete 2020 ci dava quindi una chiara indicazione di un momento di estrema severità, anche alla luce degli aspetti futuri e imminenti, specialmente per il cambio della triplicità degli incontri Giove-Saturno.

Nel periodo della peste nera è noto come gli astrologi di quel tempo associarono come evento accidentale legato alla peste la congiunzione corruttiva di Saturno Giove in Acquario che avveniva in relazione a Marte, insieme ad altri fenomeni precedenti (eclissi e fenomeni cometari) indicavano agli astrologi di quel tempo un morbo pernicioso o una problematica seria per le cose del mondo sublunare che in quei tempi si espressa con la Peste nera.

La Luna è inoltre nel segno di Saturno e si separa da Venere. La carta però parla del potere, quindi ci indica come l’azione del potere è costretta a scelte operose e industriose per arginare un problema, o per affrontare qualche emergenza, la modalità con cui sarà affrontata la questione è nella natura dei pianeti e del segno, quindi con una natura difficile e faticosa, pesante. Marte in capricorno è in esaltazione, Saturno in capricorno è in domicilio, Giove grande benefico in capricorno è in caduta, appare chiaramente Marte Saturno come malefici più forti e più autoritari del benefico Giove che perde la sua forza nella condizione essenziale in cui si trova, inoltre anche se Venere è in domicilio, può far poco visto che si sta separando dalla Luna e quindi “abbandona” il popolo, o perde di efficacia nel suo “proteggere” il popolo.

La sizigia precedente dell’ingresso del Sole in Ariete a Marzo 2020 è un plenilunio.

Anche in questo caso la Luna si posiziona in un luogo infausto e pernicioso, inoltre si applica ad un Giove debole, ad un Saturno forte, e si separa da un Marte forte. Venere è nella sua qualità benefica resa inoperosa dalla posizione in ottava (può far poco) mentre è forte Marte perché angolare, Saturno perché in domicilio, e Giove è debole nella sua condizione essenziale, in caduta, e tale caduta è valorizzata dalla sua posizione. Anche in questo caso risalta l’avvicinamento futuro di Marte a Giove e Saturno, e di Giove a Saturno, una situazione di corruzione perché i tre astri Marte Giove Saturno quando si congiungono tra loro e in certe condizioni possono risultare corruttivi. La Luna si è anche separata da un bel pezzo da Venere. La Luna ci informa dalla dodicesima una situazione di precarietà per le cose del mondo sublunare, per le persone essendo anche in segno umano.

L’ingresso del Sole in Ariete 2020 avviene con il sorgere all’oroscopo di un segno fisso, l’ingresso è valido per tutto l’anno.

Quindi passiamo all’ingresso del Sole in Ariete 2021.

In questa occasione il segno che sorge all’orizzonte nell’ingresso del Sole in Ariete a Marzo 2021 è un segno bicorporeo, tale ingresso è valido quindi per la stagione primaverile ed estiva per il 2021. Dopo di che sarà necessario studiare per la seconda e ultima parte dell’anno (autunno e inverno) l’ingresso del Sole in Bilancia a Settembre 2021.

Ma partiamo da questo ingresso. Notiamo subito una cosa: la Luna si separa da Saturno! Questo aspetto separativo è un indizio “buono” per indicare una minore pressione del potere sulle cose del mondo sublunare, un allentamento potremmo dire delle misure di contenimento, di restrizione. Inoltre la Luna si applica a Giove che finalmente è nel segno della sua triplicità, quindi ha un po’ di essenzialità in questa condizione, anche se non è certamente un Giove così eccitante! Tuttavia la Luna si trova in dodicesima casa, prossima anche al nodo nord, e si separa anche da Marte. una condizione di severità permane, situazioni di restrizione o di pesantezza rimangono, ma le condizioni generali denotano comunque un allentamento generale, e un miglioramento parziale.

Rispettando i criteri di Bonatti, Mercurio non dovremmo prenderlo in considerazione come Signore dell’Anno, perché pur stando in decima casa, non ha diritto sulla decima ne per esaltazione ne per domicilio, tuttavia si sta congiungendo al mediocielo. Bonatti però non indica questo criterio come utile per la determinazione del Signore dell’Anno, e suggerisce di guardare anche altri luoghi celesti, per esclusione quindi ci dice anche di guardare la Nona Casa, perché anche se è luogo succedente comunica comunque con l’Ascendente. In Nona abbiamo Saturno nel suo domicilio, nel segno della cuspide della IX, un Saturno che si sta congiungendo alla cuspide della Nona. Quindi secondo i criteri di Bonatti Saturno può essere eletto a signore dell’anno: direi che tale assegnazione è veramente puntuale! La Luna significatore del popolo si sta separando da Saturno che rappresenta bene la condizione “passata” del popolo, che ora viene a diminuire. Diminuisce perché la Luna si separa da esso ma anche perché Saturno in IX è comunque in luogo di recessione, ovvero cadente, quindi diminuisce il suo agire negativo. Il grafico è anche diurno, quindi Saturo è più proteso ad essere meno castrativo. Quindi leggendo questa carta per quello che è, una carta che informa sul potere e la relazione del potere al popolo, vengono meno certe pressioni, si alleggeriscono le limitazioni, ma rimaniamo in un contesto di severità e controllo. Così è stato.

La sizigia precedente tale evento è un novilunio.

Molto particolare l’evento perché avviene in decima casa, e con la prossima totale combustione di Venere che è già combusta nel fenomeno che stiamo osservando. Le combustioni per le cose mondane vengono interpretate in modo diverso dai casi individuali: in questo caso Venere governa la dodicesima e la quinta casa, quindi la sua combustione riguarda una “cecità” nel vedere le cose della dodicesima (nosocomi e sanità in generale) e le cose della quinta (libertà, ludico, divertimenti, attività di benessere collettivo). Venere è almuten della decima e quindi ci indica anche una cecità nel vedere le cose per quello che sono realmente.

Ci troviamo però in carte mondane “provvisorie”. La prima parte del 2021 (primavera e autunno) ci indicano un momento di alleggerimento, anche se ancora con situazioni di perniciosità, di emergenza, e di contenimento, ma a livello oggettivo avremmo potuto respirare un po’ più di liberta di movimento, cosa che è accaduta. Ci manca però la seconda parte dell’anno che viene indicata dall’ingresso del Sole in Bilancia e dalla sizigia precedente, queste due carte mondane ci descrivono l’autunno e l’inverno 2021.

C’è qualcosa di pernicioso in questo ingresso. Il Sole in Bilancia coincide con una Luna in Ariete nel domicilio di Marte e in Dodicesima Casa. il significatore naturale del popolo è nuovamente in luogo difficile ed è anche congiunta alla cuspide della dodicesima: luogo dei nosocomi, degli ospedali, delle prigioni, ma anche dell’isolamento e dei nemici nascosti. Tuttavia abbiamo due aspetti applicativi importanti. La Luna si applica a Giove che governa la IV e l’VIII casa che fa pensare ad una vicinanza dei sentimenti del popolo a quelle formazioni politiche più antagoniste alle decisioni dell’esecutivo, ma fa pensare anche a questioni economiche importanti da gestire e con cui fare i conti, inoltre si applica per opposizione a Mercurio che governa la seconda, la quinta, la decima casa, (per domicilio o per almuten) di nuovo questioni economiche, finanziarie e di potere. Saturno è Signore dell’Anno ovvero della Gente Comune, Saturno è anche governatore della decima: qualcosa di forte sul piano politico sta per emergere, e che riguarda proprio il tessuto sociale e lavorativo. La posizione della Luna fa anche suggerire ad eventi improvvisi e “nascosti” cioè non calcolati, e Saturno poiché governatore della IX può suggerire anche eventi esteri che causano un effetto domino (crollo di qualche azienda o industria famosa che coinvolge anche l’Italia?). oltre a questo notiamo chela VI casa è governato da una Venere in esilio e da un Saturno signore dell’anno, quindi l’emergenza sanitaria non è esaurita e continuerà ad essere un argomento importante anche per queste due stagioni del 2021. Marte poi si applica a Saturno e Marte è un dispositore della Luna, porta quindi qualcosa del “popolo” verso Saturno che è anche governatore della Decima e della Nona. Le Pleiadi, che non sono stelle benefiche e parlano di passioni collettive, di incapacità di controllare certe passioni, ma anche di fenomeni di mortalità collettiva e di fenomeni naturali violenti, sorgono all’orizzonte rendendo ancora più complicato lo scenario interpretativo.

La sizigia precedente l’ingresso del Sole in Bilancia è una Luna piena.

La Luna si applica a Marte, stiamo andando verso situazioni vili o anomale, ambigue, di instabilità questa volta anche legate all’organizzazione politica e sociale, di fronte a situazioni inedite che possono innescare emergenze economiche o di altro tipo, e che possono indurre a scelte ancora impopolari. Le carte evidenziano quindi una sostanziale fase di ulteriore criticità, e non ci rimane che attendere l’ingresso del Sole in Ariete nel 2022 per sperare in qualcosa di meglio e ad una ripresa più massiccia.

Per ora tuttavia le carte mondane come anche gli aspetti applicativi e la classificazione dei Signori dell’Anno, considerati poi in relazione alla recente congiunzione Media Giove-Saturno che non può certamente essere sottovalutata almeno per i prossimi 20 anni, ci danno un quadro di sostanziale emergenza, legata a cambiamenti della società, dei costumi, dei governi, del modo di operare, delle politiche sociali, economiche, cambiamenti dell’aria che abbiamo già sperimentato e stiamo sperimentando, dei cambiamenti degli ecosistemi naturali. Questo perché siamo sottoposti non solo dall’azione di queste carte mondane, ma anche da una Congiunzione Media Giove Saturno che nel suo cambio della triplicità ha aperto almeno un primo ciclo di vent’anni di cambiamenti totali del nostro mondo, tutto ciò che ritenevamo certo viene meno, e cambiano politiche, costumi, modi di essere e di vedere le cose, predisposizioni sociali e cognitive, modo di osservare e vivere la vita, regole, leggi, disposizioni, non perché qualcuno vuole “pilotarci” verso chissà quale operazione-massonica, ma perché semplicemente il Mondo sta cambiando… e con esso cambiamo anche noi e le regole che ci caratterizzano.

 

/ 5
Grazie per aver votato!