Tag

vettio valente

In ASTROLOGIA

Vettio Valente e i significati naturali dei 7 pianeti. Segnalazione opera.

Seguendo la traduzione di Antologie di Vettio Valente (testo “The anthology – Vettius Valens, Chris Brennan, Mark T. Riley link per l’acquisto qui), nei primi capitoli dell’opera troviamo una trattazione sui significati naturali dei sette pianeti. Prima di riportare questi significati, partiamo dal presupposto che per “significatori” si intende quei pianeti che assumono un riferimento significativo circa una natura specifica che può riguardare l’individuo, le sue attività di qualsiasi genere, ma anche in riferimento a nature connesse ad ambienti ed ecosistemi esterni. Significatore è il termine usato dalla tradizione astrologica, paragonabile al concetto di Archetipo o meglio Immagine archetipica che usa la tradizione moderna quando associa ai pianeti, per esempio, una serie di “richiami” e di cosignificanze.

Come vengono usati i significatori per esempio nell’astrologia genetliaca? Ogni pianeta è all’interno di un tema di nascita “un attore” ovvero rappresenterà in modo naturale un significato, “una maschera”, un certo ruolo naturale; in un certo senso i pianeti personificano le varie nature fisiche della nostra vita individuale, per esempio come vedremo più avanti la Luna significa “i viaggi e il viaggiare”, in un certo senso ogni qual volta noi intraprendiamo un viaggio o uno spostamento, la Luna del nostro tema di nascita avrà il ruolo naturale sulla qualità dei nostri spostamenti, e tali qualità dipenderanno dal tema di nascita e dalle sue elaborazioni annuali per direzione, profezione, rivoluzione.

I significati che seguono sono una derivazione delle indicazioni di Vettio Valente, dove ho estrapolato quelli più curiosi e interessanti.

LA LUNA è il corpo celeste più vicino a noi, è associata al corpo fisico quindi all’incarnazione fisica vera e propria, è quello che stiamo facendo qui ed ora, è quello che accade sulla terra, rappresenta tutti i corpi fisici che vivono realtà fisiche terrene. La Luna è significatrice della padrona di casa ma anche della Regina (il Sole del Re), la Luna è associata da Vettio Valente ai viaggi e agli spostamenti perché il suo moto è veloce ed emula il più possibile i movimenti delle persone di tutti i giorni. La Luna è associata alla madre, alla nutrice, alla sorella maggiore, ma Valente associa alla Luna anche i significati generali del “genere femminile”.

IL SOLE è di conseguenza significatore del “genere maschile”, ma anche della mente ovvero dell’intelligenza attiva e reattiva, dell’autorità, regalità, del dominio ovvero della capacità di dominare o di agire sulle cose, dunque è il padre, il maestro, tutte le personalità dotate di una certa notorietà sociale (oggi potremmo chiamarle come vip), è associato alla celebrità, e alla fama.

Vettio Valente associa anche significati naturali ai pianeti relativi alle parti del corpo. Tali indicazioni sono numerose e dipendono da molte variabili, mi limito giusto a indicare i significati della Luna e del Sole in associazione al corpo umano, per ben comprendere il processo deduttivo che la tradizione svolge nei confronti delle stelle visibili: Luna e Sole in qualità di luminari ovvero astri più luminosi che governano il giorno e la notte, la notte e il giorno, sono naturalmente associati all’occhio sinistro (Luna) e all’occhio destro (Sole).

MERCURIO è trattato da Vettio Valente in modo molto articolato, sono numerose le cose che vengono associate a questo astro. Interessante il riferimento di Vettio Valente alle “cose che sono in aria” ovvero tutto ciò che galleggia, vola (?), che è sospeso, quindi Mercurio presiede alla contestazione delle cose, a ciò che è indeciso, ovvero tutto ciò che è oggetto di disputa o contestazione è associato a Mercurio in contrapposizione a Giove che invece rappresenta ciò che non è contestato o disputabile ma giusto e buono, in effetti noto che nella letteratura astrologica spesso Mercurio viene indicato come antagonista di Giove. Dice Vettio Valente che Mercurio provoca tutte le irregolarità in relazione alle nostre fortune, dunque genera le distrazioni. Concetti come disattenzione, sventatezza, negligenza, superficialità, ma anche svago e diversivo sono associabili alla natura di Mercurio, il motivo è probabilmente legato al suo comportamento che percepiamo dalla Terra. Mercurio non si allontana mai dal Sole ed è soggetto a frequenti moti retrogradi, tale comportamento diverso da tutti gli altri astri e dotato di frequenze irripetibili porta a dedurre una natura specifica dove l’irregolarità è il comune denominatore.

VENERE ha secondo Vettio la natura di unificare le cose o di riconciliarle, come indica Proclo nel Timeo dove Venere possiede il potere di legare insieme le cose e di armonizzare ciò che è stato separato (da cosa… probabilmente da Marte). Infatti, ciò che è separato è connesso alla natura di Marte (che è associato anche allo strumento medico dei bisturi). Venere significa secondo Valente anche l’amicizia, il matrimonio e le relazioni, Venere genera la musica dunque i musicisti, concede il dono del canto, dei suoni piacevoli, ma indica che genera anche le arti raffinate, la bellezza delle forme, la pittura, il ricamo, e ogni sorta di altra arte che produce armonia o cose belle, od esteticamente gradevoli.

MARTE è dunque visto da Vettio come antagonista di Venere. Significa gli insulti verbali e le urla, l’insolenza e le bugie. Interessante l’associazione che Vettio fa di Marte e “bugie” che banalmente avrei invece associato più a Mercurio: secondo l’autore Marte invece è precursore della corruzione verbale, della disonestà, come anche della rabbia e di ogni sorta di comportamento emotivo che porta ad una lotta senza mezza misura. Non che Mercurio non sia legato alla menzogna in certe condizioni, ma lo è praticamente in modo speciale quando in qualche particolare relazione a Marte.

GIOVE è significatore dell’abbondanza e secondo Valente è precursore dei grandi doni, dei profitti, nonché significatore del sollievo dalle cose cattive, ovvero la liberazione dalle condizioni di schiavitù o prigionia, è libertà, ricchezza, giustizia, alleanza, conoscenza, nonché amicizie con le persone potenti. Ma unitamente a Venere, Vettio conferisce anche a Giove il precursore del desiderio, dell’amore, dell’alleanza armonica, insomma noto come Giove-Venere (i due benefici) posseggono in un certo senso comuni denominatori, o atmosfere abbastanza sovrapponibili anche se in Venere è esaltata la componente più pulsionale del piacere e dell’armonia, in Giove quella più cognitiva e di opportunità. Il fatto che i pianeti possono scambiare tra di loro nature comuni non è così raro da rintracciare nella letteratura astrologica, per esempio Sole e Luna spesso condividono significati comuni, come anche Marte e Saturno, come anche Luna e Mercurio.

SATURNO è il pianeta più lontano, più lento, e quindi più debole rispetto alla percezione ottica che apprezziamo dalla terra, è l’ultimo pianeta che può essere visto a occhio nudo. Dunque, rappresenta per Valente il confine, i limiti esterni, i muri, ciò che non può essere oltrepassato, oppure quei limiti che non si sentono in modo chiaro ma che sperimentiamo sulla nostra pelle e che ci dimostrano un impedimento funzionale (biologico, cognitivo, fisico) difficile da trascendere. La trattazione che Valente fa sui significati di Saturno mi ha fatto pensare all’idea di “limiti naturali” che ognuno di noi possiede nel suo codice genetico, vitale, in netta contrapposizione all’idea di un certo pensiero “positivista e relativista” che tutto è concesso e tutto è possibile per ogni individuo. Per Vettio Valente e per tutta la letteratura astrologica non è invece così: la grande razionalità presente nell’astrologia tradizionale è veramente una manna dal cielo perché ci riporta all’oggettività delle cose. Non tutto ci è concesso, non tutto ci è permesso, e tali limiti sono segnati o decretati da Saturno. Questo non significa essere “sfortunati” ma significa che ognuno di noi ha delle potenzialità specifiche in accordo alla propria natura, semmai la sfida per ognuno di noi è valorizzare i potenziali a cui possiamo accedere dando il meglio di noi o traendo da essi i migliori utili possibili. Vettio associa la depressione a Saturno, come anche i sentimenti di isolamento, o ai sentimenti cupi, o infelici, Saturno è anche tutto ciò che appare squallido, sporco, miserabile, oscuro. Come per Marte, anche Saturno è associato secondo Valente all’inganno o più precisamente a coloro che nascondono o sanno nascondere i loro inganni, coloro che sono falsi, o che falsificano un loro aspetto. Valente farà successivamente all’introduzione delle nature dei pianeti un approfondimento sul modo di indirizzare la loro interpretazione. Quindi Saturno (come Marte) sono malefici e nella descrizione generale l’autore non può fare altro che sottolineare i loro lati malefici. Tuttavia, è precisato più avanti che quando Saturno è ben posizionato (ciò significa quando rispetta la sua setta, il segno, il quadrante, insomma quando ha numerose dignità accidentali ed essenziali) genera le persone eminenti, che diventano figure di autorità, o amministratori, e tali prestigi si estenderanno ai figli e agli eredi; ma quando Saturno non è dignificato allora significherà le cose più oscure. Questo, per concludere, ci fa capire bene che la natura benefica o malefica degli astri è strettamente legata alle qualità specifiche, per esempio, di Venere Giove o di Marte Saturno all’interno di una genitura perché più condizioni di dignità assicurano benefici, ma più condizioni di debilità assicureranno invece corruzione dell’animo, della mente e delle opere individuali.

RIFERIMENTI
“The anthology – Vettius Valens, Chris Brennan, Mark T. Riley link per l’acquisto qui)

/ 5
Grazie per aver votato!
In ASTROLOGIA

I giudizi dei termini o confini dei Segni, secondo Vettio Valente

Con Termini o Confini ci riferiamo ad una dignità essenziale, riferita alla suddivisione in cinque parti (di diversa ampiezza) di un segno zodiacale intero. Il confine è utilizzato nella letteratura astrologica per una serie di finalità. Se occupato da un astro ci dirà se la natura dell’astro in sé è “compatibile” con la natura del confine occupato, se ovvero c’è concordanza o no. Questo può essere utile nel comprendere se la posizione di un determinato astro in un grado specifico dello zodiaco è migliorata dalla sua disposizione accidentale, o no. In genere se i cinque pianeti erranti (Mercurio Venere Marte Giove Saturno) sono all’interno del loro confine o termine (Mercurio Venere Marte Giove Saturno), la loro capacità espressiva è rafforzata. Un malefico all’interno di un confine di un benefico, può vedere attutire le sue condizioni malefiche. Un malefico in un confine malefico vede aumentarle. Un benefico all’interno di un confine benefico, amplifica le sue condizioni benefiche. Un benefico in un confine malefico, vede diminuire le sue capacità benefiche.

Tuttavia, in numerose trattazioni della letteratura astrologica, il confine è usato anche come “spettro morale” per identificare certe qualità intrinseche. Questo lo si fa in particolare per il confine dell’Ascendente, per il confine del Signore dell’Ora, per il confine della Luna al fine di orientare le qualità delle inclinazioni dell’animo, per il confine di Mercurio al fine di orientare le qualità delle inclinazioni della mente, per il confine del signore delle opere per orientare le sue qualità, per il confine del signore della genitura che unitamente al confine dell’Ascendente e dell’ora può darci informazioni sulle sfumature temperamentali di un nativo.

ESEMPIO: Oscar Wilde, il confine dell’Ascendente in Vergine è della natura di VENERE (censurati, oltraggio nel matrimonio o difficoltà nel matrimonio, fortuna in campo teatrale, innaturali nelle loro passioni specialmente quando Saturno è in aspetto come in questo caso essendo Saturno in quadratura all’Ascendente, sia per longitudine che nel mondo); il confine del signore dell’ora che è Marte in Sagittario è GIOVE (gradi di umidità ma temperati, persone attive, diletto in tutti i mestieri, grandi abilità, prolifici, con molti bambini o fratelli, poveri); il confine del signore della genitura che è Venere in Bilancia è MERCURIO (professionali, dediti all’artigianato, dediti al commercio, allo scambio, ai numeri, alla raccolta, in genere confine giusto e intelligente).

I confini sono stati infatti usati anche come “spazi di giudizio”, possono quindi essere usati anche nello studio delle carte mondane, o delle carte evento, per descrivere le qualità di ciò che stiamo osservando. Tuttavia il confine non può essere utilizzato come “giudizio finale” perché esso descrive uno spettro, o un certo tipo di temperatura, che va unita allo studio complesso del grafico celeste e alle condizioni dei pianeti, fatto imprescindibile nel giudizio finale.

Di seguito propongo la suddivisione dei confini secondo Vettio Valente (è la suddivisione dei così detti termini) e il loro giudizio morale secondo l’autore. La tabella che segue indica chiaramente la suddivisione dei confini per ogni segno zodiacale (TABELLA DELLA SUDDIVISIONE DEI CONFINI IN ACCORDO A VETTIO VALENTE, LINK) tabella © Compiled and Annotated by Ile Spasev.

TERMINI O CONFINI DEL SEGNO ARIETE

  • Il primo confine dell’Ariete appartiene a Giove: temperato, robusto, prolifico, benefico.
  • Il secondo confine appartiene a Venere: allegria, intelligenza, radiosità, uniformità.
  • Il terzo confine appartiene a Mercurio: mutevole, intelligente, pigro, tempestoso.
  • Il quarto confine appartiene a Marte: funesto, focoso, instabile, avventatezza, malvagità.
  • Il quinto confine appartiene a Saturno: freddo, sterile, malizioso, ferito.

TERMINI O CONFINI DEL SEGNO TORO

  • Il primo confine del Toro appartiene a Venere: prolifico, con molti figli, umido, tendente al basso, condannato, odio per i figli.
  • Il secondo confine appartiene a Mercurio: intelligenza, assennatezza, crimine, con pochi discendenti, sinistro, fatale.
  • Il terzo confine appartiene a Giove: generosità, audacia, fortuna, dominante, modestia benefica, magnanimità, temperanza, amorosità.
  • Il quarto confine appartiene a Saturno: sterile, eunuco, vagabondo, censore, teatrale, cupo, faticoso.
  • Il quinto confine appartiene a Marte: mascolinizzante, tirannico, focoso, aspro, omicida, saccheggiatore di tempi, crimine, distruttivo, di breve durata.

TERMINI O CONFINI DEL SEGNO GEMELLI

  • Il primo confine del segno Gemelli appartiene a Mercurio: temperato, con bel tempo, intelligente, versatile, abile, attivo, poetico, prolifico.
  • Il secondo confine appartiene a Giove: competitivo, temperato, bel tempo, prolifico, rigoglioso, benefico.
  • Il terzo confine appartiene a Venere: artistico, proponente, assuefatto, commedie, mimi, poetico, vincitore di competizioni, popolare, allegro, prolifico.
  • Il quarto confine appartiene a Marte: molto gravato, senza fratelli, con pochi figli, vagabondo, di buon reddito, distruttivo, sanguinoso, curioso.
  • Il quinto confine appartiene a Saturno: temperato, procuratore, avente possedimenti, intellettuale, con vasta conoscenza, distinto, noto per l’intelligenza, arrangiatore di grandi cose, che reca fama.

TERMINI O CONFINI DEL SEGNO CANCRO

  • Il primo confine del segno Cancro è della natura di Marte: fulmini mossi in diverse direzioni, irregolari, contraddittori nei desideri, maniacali, prolifici, poveri, distruttivi, vili.
  • Il secondo confine è della natura di Venere: prolifici, umidi, mutevoli, abili, popolari e promiscui.
  • Il terzo confine è della natura di Mercurio: scrupolosi, rapinatori, leader in materia pubblica, esattore delle tasse, ricchi, produttori di ricchezza.
  • Il quarto confine è della natura di Giove: regale, imperioso, glorioso, giudicanti, generosi, temperati, dominanti, nobili.
  • Il quinto confine è della natura di Saturno: umidità, acquosi, di grandi masse di acqua, tutto è sommerso dall’acqua, bisognosi.

TERMINI O CONFINI DEL SEGNO LEONE

  • Il primo confine del segno Leone è della natura di Giove: esperto, maschile, imperioso, dotato di leadership, attivo, eminente, senza tratti meschini.
  • Il secondo confine è della natura di Venere: molto temperato, arrendevole, di talento, lussuoso.
  • Il terzo confine è della natura di Saturno: molta esperienza, pauroso, scientifico, naturalmente intelligente, religioso, con molti figli (?), alla ricerca di conoscenze segrete, sterile e senza prole, alla ricerca di conoscenza scientifica (nella descrizione di questo confine, Valente propone concetti tra loro contradditori, andrebbe verificata la versione originale essendo questa quella tradotta in inglese).
  • Il quarto confine è della natura di Mercurio: dedito ai drammi e ai mimi, popolari, scolastici, capaci di guida, intelligenti, sterile, di persone longeve.
  • Il quinto confine è della natura di Marte: vile, mostruoso, distruttivo, ferito, torpido, censurato, sfortunato.

TERMINI O CONFINI DEL SEGNO VERGINE

  • Il primo confine è della natura di Mercurio: procuratore, elevato, arrangiatore, bello, organizzatore degli affari, intelligentissimo, nobile, eminente, non fortunato in amore, persone aperte alle critiche.
  • Il secondo confine è della natura di Venere: censurati, oltraggiano il matrimonio, cadono in difficoltà nel matrimonio, fortuna in campo teatrale, innaturali nelle loro passioni se è in aspetto Saturno, commettono adulterio se è in aspetto Mercurio, commettono un gran numero di peccati perdonabili ma condannati se è in aspetto Giove, commettono azioni nascoste se è in aspetto il Sole, subiscono risvolti repentini della fortuna e opposizioni politiche se è in aspetto la Luna, confine che provoca la prostituzione se sono in aspetto i malefici.
  • Il terzo confine è della natura di Giove: agricolo, solitario, fiduciario, fecondo, retto.
  • Il quarto confine appartiene alla natura di Marte: maschile, aspro, pubblico, demagogo, vagabondo notturno, mercenari, falsari, impositori, gradi che aggrediscono uomini e causano rivolte, mutilazioni, torture, prigionia.
  • Il quinto confine appartiene a Saturno: mostruoso, gelido, distruttivo, di breve durata, confine delle illusioni.

TERMINI O CONFINI DEL SEGNO BILANCIA

  • Il primo confine del segno Bilancia è della natura di Saturno: regale, alto, efficace, specialmente per i nati di giorno, ma per chi è nato di notte questi grandi sono sterili e distruttivi.
  • Il secondo confine è della natura di Mercurio: professionali, dediti all’artigianato, al commercio, agli scambi, ai numeri, alla raccolta, in genere gradi dei giusti e intelligenti.
  • Il terzo confine è della natura di Giove: produttori di ricchezze, ma di uomini sfortunati che accumulano senza gioia i loro beni, vivono senza ostentare, con uno stile di vita sordido, senza apprezzare la bellezza, censori.
  • Il quarto confine è della natura di Venere: amore per la bellezza, amore per tutti i mestieri specialmente quelli di artigianato, scultura, pittori, incisori, confine di persone pie, miti, lente, fortunate, che progrediscono comunque senza sforzo, fortunati nel matrimonio.
  • Il quinto confine è della natura di Marte: dominante, leader, fortunato in tutti gli affari che competono a Marte, ottimismo, spiritoso, fermo, di successo, di buon cuore, non fortunato con i fratelli.

TERMINI O CONFINI DEL SEGNO SCORPIONE

  • Il primo confine del segno appartiene a Marte: facilmente turbato o impressionabile, instabile, irascibile, schietto, arrogante, con pochi figli ma molti fratelli, instabile nella fortuna, infiammato, buono per quelle natività che promettono viaggi all’estero o attività campestre.
  • Il secondo confine del segno appartiene a Venere: fortunati nel matrimonio, pio, amato da tutti, ricco, convivente, capace in ogni impresa (o ufficio).
  • Il terzo confine del segno appartiene a Mercurio: militare, competitivo, premiato, dotato di parole amare, litigioso, gradi prolifici e fecondi, gradi che pianificano il male soprattutto contro i nemici o chi procura male.
  • Il quarto confine del segno appartiene a Giove: talentuoso, fortunato, sommo sacerdote, glorificato, dotato di porpora, capace di grandi imprese, capaci di amare gli uomini quanto gli dei.
  • Il quinto confine appartiene a Saturno: punitivo, con pochi figli o fratelli, che odiano i propri parenti, avvelenatori, melanconici, misogini, con ferite o cicatrici, punitivo, odiato dagli uomini e dagli dei, capaci di resiste, disprezzati dai loro sottoposti.

TERMINI O CONFINI DEL SEGNO SAGITTARIO

  • Il primo confine del segno appartiene a Giove: persone attive, gradi umidi ma temperati, diletto in tutti i mestieri e abilità, prolifico, con molti bambini e fratelli, ma povero.
  • Il secondo confine appartiene a Venere: temperato, prominente, vittorioso, premiato, pio, onorato dalle masse e dai governatori, benedetti con figli e fratelli, vivono con molti partner.
  • Il terzo confine appartiene a Mercurio: verbale, sottile, attivo, che produce verità eterne, filosofiche, prominente in scienza e saggezza, appassionato ad imparare se in aspetto a Mercurio, ma se è in aspetto Marte amerà le armi e le tattiche.
  • Il quarto confine appartiene a Saturno: sterile, funesto, freddo, nocivo, vile, sfortunato.
  • Il quinto confine appartiene a Marte: caldo, avventato, violento, spudorato, distruttivo, irrequieto.

TERMINE O CONFINE DEL SEGNO CAPRICORNO

  • Il primo confine del segno appartiene a Mercurio: teatrale, comico, scenico, bugiardo, seduzione, avido delle cose altrui, senza reputazione, ricco, ma non di alto rango.
  • Il secondo confine appartiene a Giove: gloria e infamia, ricchezza e povertà, generosità e pubblico ludibrio, confine sterile, o con figli deformi, di basso rango, volgare.
  • Il terzo confine appartiene a Venere: dissoluto, lascivo, tende al basso, sconsiderato, censurato, fini dubbiosi, non di buona morte, non stabile nel matrimonio.
  • Il quarto confine appartiene a Saturno: severo, triste, alienato, sfortunato con figli o fratelli, sanguinario, distruttivo, freddo, spietato, scostante, malizioso, lento ad agire, scaltro.
  • Il quinto confine appartiene a Marte: alto, prospero, dittatoriale, tendente a dominare in tutto, povero, distruttivo nei confronti delle eredità, vagabondo, solitudine, litigioso.

TERMINE O CONFINE DEL SEGNO ACQUARIO

  • Il primo confine del segno appartiene a Mercurio: ricco, avaro, felicemente accumulano ricchezza secondo ciò che promette la natività, intelligenti, dotti nella legge, precisi in ogni cosa, imperiosi, meschini, logori, educazione amorevole, disciplinati, supervisori, filantropi.
  • Il secondo confine del segno appartiene a Venere: pii, ricchi, senza fatica, traggono profitto da inaspettata fortuna, prosperi, marinareschi, gradi prolifici, che traggono vantaggio dai vecchi, o da persone deboli.
  • Il terzo confine appartiene a Giove: fortunato ma meschino, incurante della reputazione, che vive nell’oscurità, misantropo.
  • Il quarto confine appartiene a Marte: malaticcio, turbato da azioni legali, malvagità, persone intrattabili e incapaci.
  • Il quinto confine appartiene a Saturno: sterile, genera difficoltà, debole, afflitto da convulsioni, con pochi fratelli o figli, invidiosi, sfortunati nei loro fini.

TERMINE O CONFINE DEL SEGNO PESCI

  • Il primo confine del segno Pesci appartiene a Venere: allegro, fecondo, tende al basso, lussuoso, vivo, gentile, con un saluto amichevole, celebrativi, amorevoli, progrediscono senza sforzo, amati dagli dei.
  • Il secondo confine appartiene a Giove: letterato, dotto, premiato dalle masse, vittorioso su tutti per le sue parole, con tanti fratelli, prolifici, con tanti figli, con molti compagni, generosi.
  • Il terzo confine appartiene a Mercurio: fecondo, regnante, di alto rango, con molti amici, generosi, amorevoli, caritatevoli, devoti, temperati.
  • Il quarto confine appartiene a Marte: attivo, navale, guerriero, audaci, ottengono successi nelle tradizioni mistiche, restauratori, muoiono di morte innaturale.
  • Il quinto confine appartiene a Saturno: indeboliti, soggetto a convulsioni, sfortunato.

Tratto da Vettius Valens, Anthologies, Book I
Tratto dalla traduzione in inglese acquistabile da questo link
LINK
oppure consultabile in PDF presso gli archivi di Sacramento State: California State University, Sacramento
https://www.csus.edu/search/?q=vettio+valens

/ 5
Grazie per aver votato!